cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Cagliari-Salernitana sabato scorso vista su Dazn da 189.805 abbonati

In merito alla lotta alla pirateria l’Agcom ha annunciato provvedimenti con multe fino a 5.000 euro

La 28esima giornata della Serie A 2023/24, disputata tra venerdì e lunedì è stata vista su Dazn (secondo dato, rilevato con la nuova misurazione Auditel Total Audience) da 6.454.946 persone. Un dato, come sempre, comprensivo del dato dell’episodio di Zona Dazn, il programma multievento che si accede ogni volta che si incontrano due o più partite nella medesima fascia oraria e diventa il 5° turno più visto da inizio campionato. Gran parte del risultato è stato garantito dai 3 match sopra il milione: Juventus-Atalanta domenica alle 18 (1.305.664 abbonati) mentre Bologna-Inter è stata vista 1.109.072 persone e Fiorentina-Roma da 1.142.949. Il prossimo turno presenterà domenica sera alle 20.45 il big match Inter-Napoli mentre nel pomeriggio alle 15 il Milan sarà ospite dell’Hellas Verona.

CAGLIARI-SALERNITANA. Lo scontro diretto vinto dai rossoblù 42 ha interessato 189.805 abbonati. Alla stessa ora (domenica alle 15) 69.400 persone hanno assistito a Sassuolo-Frosinone, facendo registrare l’ascolto più basso dell’intero turno mentre altre 157.596 hanno visto in contemporanea i match su Zona Dazn. Come sempre, per ogni evento, viene calcolato dal fischio di inizio e di fine del match (AMR al netto dell’intervallo tra primo e secondo tempo, fruizione ‘Live + Vosdal’, comprensivo di tutte le tipologie di device

LOTTA ALLA PIRATERIA. “Il modo migliore per combattere la pirateria è contrastare le associazioni criminali ma anche quelle legali che fanno business rubando proprietà intellettuali e diritti di altri”. Questo l’inizio di un post, pubblicato su LinkedIn da parte del commissario dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (Agcom) Massimiliano Capitanio, per annunciare l’arrivo di una serie di provvedimenti nei confronti di chi utilizza contenuti piratati. Con multe che possono arrivare anche fino a 5mila euro. Tra l’altro, verso questa tipologia di interventi si sta muovendo anche la Spagna, come riportato ancora dal commissario dell’Agcom. Un’ordinanza del Tribunale del Commercio di Barcellona, infatti, potrà obbligare gli operatori internet locali tra cui, ad esempio, Telefónica, Vodafone, Orange, MásMovil e Digi, ad informare le autorità competenti fornendo i dati e le informazioni di coloro che si collegano ai server che trasmettono contenuti considerati illegali.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Avete perso una news o un approfondimento sul Cagliari? Date uno sguardo al nostro riepilogo,...
Il colombiano suona la carica sui social in vista della sfida con il Genoa...
Gianluca Gaetano ha avuto un ottimo impatto, soprattutto realizzativo, a Cagliari: con pochi riscontri in...

Dal Network

Altre notizie

Calcio Casteddu