cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Cagliari: una classifica da guardare diversamente, ma la salvezza è tutta da conseguire

Il 2-1 contro un ottimo Bologna ha premiato i rossoblù attesi adesso da due gare con Frosinone e Torino, non certo semplici, ma che potrebbero dare ulteriore slancio

Ovviamente al fischio finale di Cagliari-Bologna è stata festa per i tre punti conseguiti. Che nel calcio sono quelli che contano. Ma che i rossoblù, ancora volta entrino in campo in ritardo e si trovino a rincorrere l’avversario, è un dato di fatto. Ecco perchè, dopo la gara Ranieri non solo ha fatto il plauso ai suoi per la reazione, ma giustamente ha sottolineato l’avvio di contesa da incubo nei primi 20 minuti: “Se non metti la determinazione, la voglia di pressare e sacrificarti l’uno per altro e se non lo facciamo arrivi in ritardo. Stai sempre a rincorrere, non riesci mai ad entrare nel circolo dell’azione. Il gol di Petagna, che ha fatto una partita strepitosa, ha dato la scossa. Sono contento anche di Wieteska”. A questo va aggiunto il netto possesso palla della squadra di Motta, che per fortuna dell’avversario non strappa punti. Ma su questo, e altri particolari, bisogna lavorarci ancora molto.

Ma è indubbio che ora la classifica va guardata diversamente con un punto fermo: i tre punti ottenuti ieri, che portano il Cagliari a quota 18 punti al pari dell’Udinese che ha pareggiato 2-2 con la Fiorentina, davanti al Verona che ha battuto 2-1 l’Empoli. E proprio sui toscani (che restano a 13 punti) e sulla Salernitana sconfitta 2-1 a Napoli nel derby, che di punti ne ha 12, Petagna e compagni hanno creato un importante solco Che è già tanta roba, se si pensa all’avvio durissimo pur con tante giustificazioni, avuto. La forbice alle pericolanti, a nostro avviso, si è allargata ai 21 punti del Lecce regolato 1-0 dalla Lazio ieri, con i mezzo a 10 il Frosinone che stasera gioca sul campo dell’Atalanta e il Sassuolo impegnato domani in casa della Juventus. E l’appena citato Frosinone dell’ex Di Francesco (domenica alle 12.30, sarà l’avversario dei rossoblù nel match dello Stirpe. Gara che potrà dare un ulteriore status al Cagliari, che venerdì della settimana successiva, alle 20.45, se la vedrà alla Unipol Domus, col Torino di un altro ex: ovvero Bellanova. Per gli uomini di Ranieri è arrivato il momento di un’ulteriore accelerata verso la salvezza ancora tutta da ottenere.

Subscribe
Notificami
guest

31 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Come spiegato da mister Ranieri in conferenza stampa, il numero 10 aveva bisogno di riposo...
Le ultime informazioni disponibili sui probabili undici di Cagliari-Napoli: problemi di infermeria per Ranieri, Di...
Il match di domenica all'Unipol Domus tra Cagliari e Napoli offre uno spunto inaspettato: Adam...

Dal Network

Al Maradona i campioni d’Italia del nuovo tecnico Calzona subiscono il gol di Lewandoski, poi...
Ottima direzione di gara dell'arbitro: vede bene sui rigori richiesti da entrambe le parti e...
Allo Stirpe la sfida tra due ex compagni di squadra oggi allenatori Di Francesco-De Rossi,...
Calcio Casteddu