cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Le scosse di assestamento della difesa a 3

Il Cagliari di Ranieri, anche ieri a Bergamo, è partito con la difesa a 3. Salvo poi fare un passo indietro, per arginare le scorribande di Lookman: e non solo. Le scosse di assestamento di un sistema ancora tutto da assorbire.

SOFFERENZA. Come ogni novità, anche il cambiamento di un sistema di gioco necessita di tempo per l’assorbimento da parte degli interpreti e della squadra. Il Cagliari, che Ranieri sta proponendo in partenza con la difesa a 3, vive delle scosse di assestamento che in questo momento risultano poco digeribili. Ne è la dimostrazione il primo tempo della gara di ieri contro l’Atalanta, in cui i dispositivi della corsia destra sono andati in avaria per l’allarme denominato Lookman. Lo sgusciante nigeriano, cliente scomodo per chiunque perché agile, veloce e prolifico, ha trovato terreno fertile per attecchire: Hatzidiakos ha zoppicato parecchio da quella parte, non potendo contare in seconda battuta sull’aiuto di un Nández alle prese con i suoi compiti di copertura e la necessità di appoggiare la fase offensiva bisognosa d’aiuto. Anche l’uruguaiano ha avuto le sue belle gatte da pelare. Risultato? Al minuto 24, il centrale greco si è prodotto in un passaggio centrale pericolosissimo che ha innescato l’Atalanta, segno di un po’ di insicurezza; 2 giri di lancette dopo Lookman ha colpito la traversa.

ASSESTAMENTO. All’intervallo Ranieri ha tolto Deiola per inserire Zappa, andando a tamponare la zona ferita per passare alla difesa a 4. La squadra si è subito compattata in maniera efficace, poi la prestazione generale del Cagliari ieri merita sicuramente ulteriore dibattito. Salta all’occhio che, dalle risultanze delle prime 5 giornate, le cose vadano meglio se il Mister si affida a interpreti meno portati alla fase offensiva sulle fasce: tanto a destra, quanto a sinistra. Con Zappa e Augello, ad esempio, si è avuta finora la sensazione di maggior equilibrio. Anche qualche metro più avanti Azzi sta avendo delle difficoltà, così come Jankto. Nández non ha ancora ingranato al meglio. Insomma, quella rossoblù sembra ancora una casa in costruzione e Ranieri dovrà essere bravo a ricostituire in primis la solidità della retroguardia: la base su cui ha edificato 6 mesi super. La difesa ha incassato 6 gol, facendo meglio di molte altre squadre, a fronte però di un solo gol segnato che vanifica in qualche modo ogni accortezza. Ma anche questo è un altro discorso da affrontare.

Subscribe
Notificami
guest

50 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Cagliari e Atalanta di fronte al CRAI Sport Center per il 29° turno di Primavera...
Nella conferenza stampa prima di Inter-Cagliari, Claudio Ranieri si è soffermato sulle condizioni di tre...

Dal Network

Lo scontro diretto termina a favore dei pugliesi. In apertura di gara annullato a Cerri...
Dopo l’intervista nel post partita dei biancocelesti vittoriosi 4-1 alla cenerentola Salernitana del giocatore, interviene...
La società giallorossa ha messo in vendita i biglietti dei posti “a ridotta visibilità” di...

Altre notizie

Calcio Casteddu