cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Nazionali, scosse “controllate”: addio polemico di Evani, il tonfo al Mondiale femminile

Non è un momento esattamente sereno per il calcio azzurro, a livello federale e in riferimento alla Nazionale: sia femminile che maschile

POLEMICHE. Momento non sereno a livello FIGC, per via del campo e non solo. I risultati più recenti della Nazionale italiana maschile non sono stati esaltanti, senza contare i consueti discorsi che puntualmente ritornano su vivai, alto numero degli stranieri, verdetti rimessi in discussione dai tribunali, ecc. A margine di tutto questo, le polemiche che infiammano in questi giorni le due rappresentative maggiori.

ROTTURA. Si è consumata la rottura tra Roberto Mancini e uno dei suoi collaboratori storici: il suo secondo Alberico Evani. Il noto Bubu di epoca milanista, che incontrò Mancini da giocatore alla Sampdoria tanti anni fa, è stato “cortesemente accompagnato alla porta“. Evani, come riportato da La Gazzetta dello Sport, avrebbe avuto uno screzio con il ct sulle ultime convocazioni per la Nations League, in particolare attorno alla chiamata di Bonucci che Evani non avrebbe voluto chiamare. Non solo, il vice avrebbe chiesto lumi sulla mancata convocazione di Locatelli, senza ricevere adeguata motivazione. Mancini gli ha in seguito comunicato che “la Federazione desiderava cambiare e intendevano affidarmi la Nazionale femminile“. Evani ha riflettuto e infine detto “no”, rifiutandosi di tornare sui suoi passi anche quando gli è stata proposta in seconda battuta l’Italia Under 20. Uno strappo inatteso, riferito al rapporto incrinato con Mancini, che avrebbe quindi spinto Evani ad abbandonare ruoli federali dopo tanti anni.

NUOVO CICLO. Le esternazioni di Evani arrivano nel mezzo della tempesta sulla Nazionale femminile, che ha appena vissuto una bruciante eliminazione al primo turno del Mondiale. Grandi critiche sulla selezionatrice Milena Bertolini, arrivata alla fine di un lungo ciclo e contestata per alcune scelte. Dall’esclusione del capitano Sara Gama dalle convocazioni, che ha visto uno scambio di battute a distanza non proprio opportuno in un momento così delicato, alle deludenti prestazioni sul campo. Insomma, ci sarà da operare una parziale ricostruzione nelle rappresentative azzurre principali. Quando i risultati non sono esaltanti, tutti i nodi vengono al pettine e svegliano problematiche dapprima tenute a bada.

Subscribe
Notificami
guest

8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Esattamente 41 anni fa gli azzurri vincevano in Spagna il terzo mondiale della loro storia...

Novità importante per il giovane di origine argentina in forza al gruppo di Agostini CONVOCATO....

Dal Network

La società giallorossa ha messo in vendita i biglietti dei posti “a ridotta visibilità” di...
I bianconeri hanno perso ben diciannove punti dopo essere passati in vantaggio, ma non è...

Altre notizie

Calcio Casteddu