Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Aspettando Nandez: serve un cambio di marcia, l’uruguaiano è ora indispensabile

Il centrocampista è ancora indisponibile, ma la sua presenza nella volata salvezza è imprescindibile: è l’unico che può davvero fare la differenza

L’ultima apparizione risale a Roma-Cagliari, poi niente più. Nahitan Nandez è fermo ai box da ormai due mesi e ancora non si vede la luce in fondo al tunnel. L’ultimo aggiornamento era arrivato per bocca di Walter Mazzarri: il tecnico, nella conferenza stampa di due settimane fa, aveva previsto un suo rientro in gruppo il martedì successivo, quello prima della gara contro la Lazio. Ciò non è avvenuto, e la situazione inizia ad assumere i contorni di un vero e proprio caso.

In questo campionato sono state davvero poche le sue presenze: appena 17, collezionando 2 assist, 0 gol e 3 ammonizioni. Una stagione disgraziata, insomma, che si spera possa trovare nel finale la sua rivalsa.

Prosegue, secondo il report quotidiano della società, il suo recupero con un lavoro personalizzato, ma ora si spera davvero che l’uruguaiano possa rientrare al più presto a dare una mano a una squadra che sembra aver perso nuovamente la bussola. I suoi cambi di ritmo sono fondamentali per un Cagliari che manca in giocatori capaci di fare la differenza: e lui è uno di quelli. La salvezza passa anche (e forse soprattutto) dal suo ritorno in campo.

71 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
71 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti