Resta in contatto

News

NS – Graziani: “Nenè gazzella, Riva superman. A questo Cagliari dico…”

Il campione del mondo di Spagna ’82 ha parlato della situazione che attanaglia i rossoblù e dei suoi ricordi con Rombo di Tuono

Ciccio Graziani, intervistato da La Nuova Sardegna, ha parlato sia del momento delicato che tormenta il Cagliari sia dei suoi ricordi da calciatore legati ai colori rossoblù.

PRETENDERE.Il calcio a volte è una materia strana. Se si vanno a vedere le qualità dei singoli, i sardi dovrebbero stare in un’altra posizione. L’Empoli, per esempio, ha 17 punti in più dei rossoblù ma una rosa qualitativamente inferiore. Il presidente Giulini parli con la squadra e faccia capire a tutti che non chiede ma pretende molto di più. Secondo me possono ancora farcela. Devono fare la corsa su Spezia e Venezia“.

MAZZARRI.Un allenatore capace, ha esperienza. Finora non è riuscito ad incidere. Il suo compito è tirare fuori il massimo da ogni singolo. Fossi Giulini li convocherei tutti ad Assemini e resterei lì finché non mi spiegano perché le cose vanno così male. Li terrei in ufficio per giorni“.

MECCANISMI INCONTROLLABILI.Nel calcio scattano meccanismi che non controlli. Faccio degli esempi: episodi che ti vanno contro, la vittoria che non arriva, errori che paghi sempre a caro prezzo. In questi casi prendi paura e non riesci a dare il meglio. Però resto della mia idea, i calciatori dovrebbero spiegare i motivi della crisi“.

RICORDI.Mi sono impressionato nel vedere Nenè, Gori, Riva, me li sono goduti in modo spettacolare. Nenè era una gazzella, Riva un superman e pensavo, questi sono troppo forti, io non giocherò mai in serie A. Lo stadio Amsicora era pieno. Nenè fece un cross in velocità, sbagliando, Riva lo rimprovera. Il brasiliano passa davanti alla nostra panchina e dice rivolto a Riva, a questo non gli va bene mai nulla. Dopo tre anni con Gigi siamo stati compagni di avventura in Nazionale“.

IL RAPPORTO CON RIVA.Per me è stato un giocatore fantastico, in tutti i sensi: nel gioco aereo, in acrobazia, forte fisicamente, gran tiro. Una volta mi chiamò per ringraziarmi per le parole dette su di lui. Io gli risposi così: io comincio e tu smetti, mi dispiace”.

17 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
17 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "se è un bene un male, il problema è Giulini, con lui i D.S. fanno tappezzeria, è lui che decide, è lui che materialmente avvia e conclude le..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News