Resta in contatto

News

Anticipo Serie A: il Milan agguanta l’Udinese sull’1-1 in pieno recupero con il gol di Ibrahimovic

I rossoneri escono con un punto dalla Dacia Arena. Parte con un pareggio il nuovo corso Cioffi che in settimana ha sostituito l’esonerato Gotti

Il Milan, dopo il ko interno col Liverpool (costato l’ultimo posto nella fase a gironi, con conseguente eliminazione) in Champions, is salva pareggiando 1-1 alla Dacia Arena con l’Udinese del neo tecnico Gabriele Cioffi (che in settimana ha preso il posto dell’esonerato Luca Gotti) in pieno recupero.

PAREGGIO IN EXTREMIS. Cioffi, all’esordio in panchina al posto dell’esonerato Gotti, conferma il 3-5-2. Tre invece i cambi di Pioli dal 1’, rispetto alla gara vinta con la Salernitana. In particolare ritorna Ibrahimovic. Ci prova l’ex Deulofeu dopo 8’, Maignan respinge la palla calciata col destro. Beto porta avanti i bianconeri, profittando di un errore dei rossoneri (Bakayoko perde palla pressato da Arslan) favorito dopo il primo rimpallo nell’uno contro uno al 17’ col portiere avversario. La capolista fa giro palla, ma si trova un muro davanti. Quando riesce a trovare i varchi, arriva solo qualche corner e nulla più. Dall’altra parte più lucidi, anche se saltuari, gli attacchi portati in area avversaria. Al 42’ improvvisa palla di Ibrahimovic serve Diaz, palla fuori d’un soffio. Due minuti dopo Hernandez segna ma è in fuorigioco, confermato anche dal Var. Intervallo concesso da Forneau dopo 1’ di recupero.

Pioli rivoluzione in parte la squadra, effettuando tre cambi a inizio ripresa, con l’ingresso di Tonali, Kessiè e Messias. 32”, Florenzi serve in area Ibrahimovic, che seppur non impattato bene, sfiora subito il pareggio. Attaccano di più, rispetto al primo tempo, gli ospiti ma sbagliano troppo. Girata in avvitamento di Ibra, palla fuori di poco lentamente al 23’. Ad un passo dal raddoppio Beto (38’) che fa partire un destro, palla che sfiora il palo. Al 44′ Maladini e Messias si ostacolano davanti a Silvestri e sporecano la chance per l’1-1. Che sigla Ibrahimovic alla presenza numero 750 nei campionati europei, al 47′ con  una girata vincente. Al 50′ Success viene espulso per aver scatenato la maxi rissa in seguito alla carica sul portiere rossonero. Finisce 1-1, con l’Udinese che comunque muove la classifica, mentre il Milan rischia di essere superato dall’Inter (nel caso di vittoria sul Cagliari) agganciato dal Napoli impegnato in casa con l’Empoli e avvicinato dall’Atalanta, di scena a Verona con l’Hellas.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Zenga ci vuole Iachini è Donadoni sono due bidoni"

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Salvezza o no io sono convinta che Agostini ama il cagliari, chi più di lui può fare meglio? Cambierei tutta la società il presidente x..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "Bravo, ma senza "garra"!"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News