Resta in contatto

News

Mazzarri: “Siamo in crescita. Condizione fisica imprescindibile”

L’allenatore del Cagliari Walter Mazzarri ha risposto così alle domande dei media, alla vigilia della gara di campionato contro la Salernitana

DALBERT. “Non anticipo nulla sulla formazione, come sempre. Oggi e domattina Dalbert proverà: deciderò in merito e tutti i ragazzi sapranno le mie scelte“.

AGGRESSIVI. “Contro il Sassuolo mi è piaciuta la voglia di provare a vincerla. Le mie squadre ci credono fino all’ultimo, a Reggio Emilia ho visto finalmente questo aspetto fino al triplice fischio. Avevo chiesto più coraggio e l’ho visto, domani voglio una squadra aggressiva e che ci creda“.

CONDIZIONE. “Non guardo mai la carta d’identità per fare la formazione, guardo chi si allena bene e chi sta meglio. Grassi, ad esempio, all’inizio non lo avevo visto benissimo. Nella sosta ha acquisito una condizione fisica ottimale, per questo ha giocato e questo aspetto devono capirlo tutti i calciatori in rosa. Non si può prescindere da uno stato fisico soddisfacente per contrastare gli avversari, al giorno d’oggi“.

SALERNITANA. “Ho visto soprattutto l’ultima gara e con più attenzione da quando c’è stato il cambio in panchina. Con la Sampdoria, se avessero sfruttato bene le occasioni, avrebbero portato a casa il risultato. Squadra tignosa, Colantuono è un tecnico grintoso. Ma noi dobbiamo andare oltre tutti questi discorsi, per non rischiare di soffrire“.

ATTACCO. “Pavoletti purtroppo non si è mai allenato in settimana, spero di recuperarlo per domani: proverà e vedremo“.

PUNTI. “Non sono uno che fa proclami, dobbiamo solo cercare di prendere più punti possibili“.

ATTEGGIAMENTO. “Non dobbiamo pensare, nelle due fasi, a trascurare il lavoro settimanale provato: per tutti i 90 minuti e oltre. L’atteggiamento si può cambiare in corsa, ma paradossalmente senza pensare troppo al risultato per avere un approccio sempre giusto. Senza porsi limiti, senza paura“.

RICAMBI. “Ho fatto alcuni cambi contro il Sassuolo: stavamo un po’ calando a centrocampo, a un certo punto. Nel finale siamo cresciuti, con ricambi più brillanti e uomini che stanno recuperando la condizione“.

MERCATO. “Non è ancora aperto il mercato, ora pensiamo solo ai nostri giocatori. A gennaio, a momento debito, ci penseremo. Spero che i miei giocatori non disperdano energie in questo senso“.

BELLANOVA. “Se tiene la testa sulle spalle può avere una grande carriera, un grande futuro. Ma non si monti la testa, perché ora arriva il bello. Giocatore importante, c’è anche Nández che sa essere duttile proprio come Bellanova giostrando sulle fasce. Punto molto su di loro per portare a casa i risultati”.

TANDEM. “João Pedro è un leader in campo, con i fatti oltre le qualità tecniche. Keita Baldé è una punta generosa, però contro il Sassuolo non si è mosso abbastanza e mi aspettavo qualcosa in più. Già da domani voglio vedere miglioramenti“.

GIOVANI. “Come Afena-Gyan nella Roma, nella Primavera ci sono secondo me già 3-4 ragazzi già pronti. Ma vanno messi in squadra quando il meccanismo va già a mille, non è questo il momento opportuno. Non vedo l’ora di realizzare quest’idea e non avrò problemi a buttarli nella mischia. Il Cagliari ha un bel settore giovanile e un vivaio importante“.

PROGRESSI. “Dal mio arrivo ci sono già stati diversi progressi. Con il Sassuolo ho visto tante cose positive e nella direzione della mia idea di calcio. La squadra è in crescita“.

 

 

13 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
13 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Lapadula e Pavoletti, staffetta o devono giocare insieme?

Ultimo commento: "Pavoletti deve partire dalla panchina all’occasione entra, lapadula sempre in campo dall’inizio, deiola non è mai stato un buon giocatore riesce..."

Poca affidabilità dietro, per i lettori di CalcioCasteddu servono rinforzi

Ultimo commento: "MANDIAMOCI TUTTO IL BATTAGLIONE S,MARCO...O I GRANATIERI DI SARDEGNA ARMATI DI TUTTO PUNTO...COSI LE PARTITE LE VINCIAMO...(QUALCUNA)"

(SONDAGGIO) Quale modulo per il nuovo Cagliari?

Ultimo commento: "Allenatore non all'altezza ... come capita sempre del resto nelle scelte di Giulini"

Il modulo del nuovo Cagliari, i lettori di CalcioCasteddu promuovono il 4-3-3

Ultimo commento: "Giulini drogato, Capozucca il suo pusher"

Difesa ballerina, serve tempo a Liverani o è necessario andare sul mercato?

Ultimo commento: "Tu ti sei già abituato al mestolo di Giulio, continua a lucidarglielo per bene, mi raccomando."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News