Resta in contatto

News

Anticipo Serie A: Salernitana aggressiva e sfortunata, ma l’Atalanta non perdona e vince 1-0

Tante emozioni all’Arechi con i campani al quarto ko di fila che colpiscono un palo ma alla fine escono dal campo ancora a mani vuote

Non tragga in inganno il punteggio finale. All’Arechi vince 1-0 l’Atalanta, ma la Salernitana per gran parte del match domina e avrebbe meritato il pareggio. Il calcio, come si sa, è fatto di episodi e non è certo una scienza esatta.

PUNTI DA NON LASCIARE SUL CAMPO. Subito aggressivi gli uomini di Castori. L’esordiente Gondo è fermato in fuorigioco al 2’, Kechrida tre minuti dopo lascia partire un sinistro dai 25 metri, che va fuori davvero di poco. Stentano gli ospiti, reduci dal pareggio all’esordio stagionale per 2-2 in Champions a Villareal, che al 17’ si rendono pericolosi con Gosens: sinistro a giro che Belec, devia in angolo. Cinque minuti dopo M. Coulibaly sfiora la traversa. Bella gara da parte delle due squadre, con pubblico di casa deliziato da due palloni giocati con classe da Ribery in mezzo al campo. Abbastanza fallosi gli ospiti, che soffrono i padroni di casa che certo non disdegnano sortite in avanti. Valeri, che deve tenere a bada il nervosismo, manda le due squadre alla pausa di un quarto d’ora, dopo circa 1’ di recupero.

14” della ripresa e Musso salva l’Atalanta, deviando in angolo il potente sinistro da parte di Gondo. 6’: splendida azione di Kechrida, che si fa oltre 60 metri palla al piede e poi scarica per Djuric, il quale grazia i nerazzurri. Ci crede Castori, che opta per due cambi di fila al 16′, inserendo anche Bonazzoli. Porta iellata per i granata, che colpiscono il palo con Obi (subentrato a inizio ripresa a Ribery) al 24′.  A 15′ dalla fine, al primo errore con palla che la difesa non butta fuori, vantaggio atalantino con Zapata. Grande azione di Ilicic, che si libera con una magia di Standberg e serve in mezzo all’area il colombiano , il quale fa partire un destro che va in rete. Zappacosta sfiora il 2-0 al 39′ , ma avesse segnato tutto sarebbe stato vano per fuorigioco. Deviazione palla sul palo di Gosens al 45′. Non accade nulla nei 4′ di recupero. Vince dunque l’Atalanta, stasera obiettivamente premiata più del dovuto.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "Campionato di serie B (vergognatevi) Ediz. 2022-23 - Portieri:BraccioFerro-Bruto-Pluto-Olivio..."

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "ai sapientoni del calcio teorico indichiamo i seguenti dati reali: Cerri anni 26 presenze fra A e B 190 con 35 goal... Brunori anni 28 presenze fra..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News