Resta in contatto

News

Serie A. Juric può sorridere: il suo Torino batte 4-0 la Salernitana. Spezia-Udinese 0-1

Sanabria sblocca la gara al 45’ poi nella ripresa arrivano altri tre gol. Al Picco decide Samardzic

Archiviati i quattro anticipi, giocati tra ieri e le 12,30 di oggi alle 15 (oltre a Cagliari-Genoa terminata 2-3) si sono giocate altre tre gare. Ecco come si sono concluse:

TORINO-SALERNITANA 4-0. Castori lascia inizialmente in panchina l’appena arrivato Ribery. Molto aggressivi gli ospiti in avvio di partita, ma col passare dei minuti cresce la compagine allenata da Juric. Tatticismo di entrambe che la fa da padrone, ma zero tiri in porta da una parte e dall’altra fino al 36’, quando segna Ansaldi. Tutto vano perché è in fuorigioco. Un minuto dopo palo di Di Tacchio. Torino all’intervallo avanti 1-0, grazie Sanabria che di testa, sul cross di Ansaldi, insacca. I padroni di casa galvanizzati dal gol, tengono l’iniziativa e al 12’ della ripresa vanno vicini ancora a segnare con  Bremer, di testa. Il raddoppio lo sigla lo stesso giocatore di Juric, che supera con una zuccata Belec. Col doppio svantaggio arriva al 20’ il momento dell’esordio di Ribery. Ma risultato è ancora più pesante per la sua nuova squadra. Segnano infatti Pobega al 42′ e al 45′ Lukic. Finale 4-0.

SPEZIA-UDINESE 0-1. Dopo la pesante sconfitta nella seconda giornata  (e con 8 gol subiti in due gare) Thiago Motta rivoluziona la sua squadra passando alla difesa a 4. Ad inizio sfida si fa preferire però l’undici di Gotti. Al 12’ l’arbitro Guida assegna un rigore ai friulani, poi richiamato dal Var, annulla la decisione e ammonisce per simulazione Pussetto. Il caldo su La Spezia si fa sentire per le due contendenti. Al 41’ grande parata di Zoet, che evita la rete sulla conclusione di Pussetto. Al 48’ Sala sfiora la rete con un gran destro. Nel secondo tempo le occasioni per sbloccare l’incontro non mancano per le due squadre. I due allenatori si affidano ai cambi per cercare di sbloccare un incontro bloccato. Al 22’ Silvestri fondamentale con i riflessi sul tiro di Agudelo ad un passo dalla rete. Makengo (38′) si divora la rete che poteva regalare i tre punti ai bianconeri. Che alla fine riescono nel loro obiettivo, grazie alla marcatura di Samardzic che supera Zoet incolpevole, con un destro.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "sono anni che lo dico, uno capace a prendere morti e strapagarli, e svendere giovani ....vai in pensioneeeee!!"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "ai sapientoni del calcio teorico indichiamo i seguenti dati reali: Cerri anni 26 presenze fra A e B 190 con 35 goal... Brunori anni 28 presenze fra..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News