Resta in contatto

News

Pallavolo donne: Serbia battuta 3-1 in finale a Belgrado. Orro campionessa d’Europa con l’Italia

La palleggiatrice, classe 1998 di Narbolia nell’oristanese, tra le protagoniste della rassegna continentale

A Belgrado, sotto la pressione di un palazzetto con 20.000 presenti e tutto per le padrone di casa, l’Italia fa suo il titolo europeo. Sontuoso 3-1 in rimonta sulla Serbia, seconda alle olimpiadi sconfitta solo dagli Usa. Vendicato anche il netto ko subito a Tokyo in agosto.

LA CONTESA. Grande equilibrio nella fase iniziale e centrale del primo set, poi le serbe profittano di un calo delle azzurre in ricezione e allungano (15-13) ma si gioca su ogni palla, con Egonu e compagne che portano la sfida ai vantaggi, cedendo 27-25 con tanti rimpianti. Nella seconda frazione regge bene il sestetto di Mazzanti (15-13) mostrando un’ottima reazione contro avversaria davvero fortissima,  ma impattando 1-1 grazie al 25-22 successivo alla battuta al servizio della Orro. Il terzo set si apre con un break Serbia (5-1 e 8-3) che viene annullato sul 12-12. Bella Italia. Gioca bene, mette sotto pressione le rivali di stasera, e va sul 2-1 con un convincente 25-19. Sulle ali dell’entusiasmo volano le azzurre (8-3 ad inizio quarto set e poi 14-9) che chiudono la frazione 25-11, ottenendo il titolo di campione d’Europa 2021.

ORGOGLIO SARDO. Mai nella pallavolo abbiamo avuto in Sardegna una giocatrice così forte. Cresciuta nell’Ariete Oristano, Alessia Orro spicca il volo nel 2013 quando viene scelta tra le migliori pallavoliste per costituire il Club Italia. Quattro anni dopo approda a Busto Arsizio in A1, club con cui vince la Coppa CEV 2018-19. Dopo un triennio, nel 2020  si trasferisce alla Pro Victoria Monza, sempre nella massima serie italiana, dove conquista la seconda Coppa CEV della sua carriere, venendo premiata come MVP. Gioca nella nazionale maggiore dal 2015.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Larghissima maggioranza tra i lettori di CalcioCasteddu: Giulini dovrebbe passare la mano

Ultimo commento: "Difatti ritengo Giulini debba delegare a pieni poteri un ds giovane ed ambizioso, ma di cosa parliamo poi che Capozucca rimane, Giulini ha sbagliato a..."

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "Capozucca & Giulini= Scemo & + Scemo. 2 incapaci totali."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News