Resta in contatto

Approfondimenti

Qualificazioni mondiale 2022. Italia: tre partite per avere il pass iridato con largo anticipo

Obiettivo tris contro Bulgaria domani a Firenze, la trasferta di domenica in Svizzera e il match a Reggio Emilia  contro la Lituania mercoledì prossimo

Italia in campo, per la prima volta da campione d’Europa, domani sera al Franchi di Firenze. Avversaria, per le qualificazioni al mondiale in Qatar da 14 mesi, la Bulgaria dell’ex attaccante del Cagliari Despodov. In un girone, che vede anche Svizzera, Irlanda del Nord e Lituania, Immobile e compagni giocheranno domenica in casa degli elvetici (al St. Jacob-Park di Basilea) e mercoledì prossimo affronteranno al Mapei Stadium di Reggio Emilia, l’undici lituano. Gare tutte con fischio d’inizio fissato per le 20.45. Al momento gli azzurri occupano il primo posto del Gruppo C (davanti alla Svizzera, 6 punti) a punteggio pieno, grazie alle tre vittorie ottenute nelle prime tre giornate mantenendo la porta sempre inviolata. Il posto a Qatar 2022 è garantito solo alla nazionale che vince il proprio girone, mentre le seconde classificate dovranno affrontare gli spareggi.

NOVITA’ E SQUADRA TITOLARE. Tra i 33 convocati la novità Scamacca (che è stato vicino a vestire la maglia del Cagliari), e il ritorno di Zaniolo, oltre a quelli di Pellegrini e Sensi, costretti a saltare l’Europeo per infortunio. Per quanto riguarda la possibile formazione da opporre ai bulgari, Mancini pare intenzionato a confermare per nove undicesimi la stessa formazione che ha fatto fuori l’Inghilterra a Wembley in finale, con solo due eccezioni: Acerbi e Florenzi. Davanti a Donnarumma, oltre confermati Bonucci ed Emerson Palmieri, con Chiellini convocato ma in dubbio. Mediana con Verratti, Jorginho, Barella, mentre in attacco Immobile sarà affiancato da Chiesa ed Insigne.

LE PAROLE DI MANCINI. “Quando fai qualcosa come fatto da noi per mantenere quel livello lì devi essere ancora più forte. Ma la nostra è una squadra che può migliorare e questo successo può darci la forza per fare ancora di più. Poi il divertimento è alla base del calcio e se ti diverti alla fine vinci, quando fai un lavoro che ti fa divertire poi lo fai sempre al massimo. Nel calcio ci sta anche di perdere, ma speriamo sarà dopo il 2022. L’importante è che la squadra dia sempre il massimo, abbiamo la fortuna di giocare a calcio che è il sogno di tutti i bambini“. 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti