Resta in contatto

Settore Giovanile

Primavera 1. Cagliari, un punto all’esordio: col Lecce è 1-1

Ospiti più pimpanti che costruiscono più occasioni e vanno in vantaggio al 4’ della ripresa con Lemmens. Palomba raddrizza la situazione al 60’

CAGLIARI (4-2-3-1): D’Aniello; Zallu, Palomba, Obert, Secci; Kourfalidis, Conti; Cavuoti (12’ st Tramoni), Delpupo (32’ st , Vinciguerra), Desogus (49’ st Masala); Yanken (32’ st Manca). A disp.: Iliev, Iovu, Pintus, Sulis, Caddeo, Carboni, Schirru, Pulina. All.: Agostini

LECCE (4-3-3): Borbei; Lemmens, Hasic, Ciucci, Nizet; Vulturar (47’ st Gallorini), Gonzalez, Macrì; Salomaa (36’ st Milli), Mommo (40’ st Scialanga), Burnete. A disp.: Bufano, Russo, Dreier, Luperto. All.: Grieco

ARBITRO: Taricone di Perugia

RETI: 4’ st Lemmens, 15’ st Palomba

AMMONITI: Kourfalidis, Hasic, Lemmens, Tramoni

Il Cagliari esordisce con un pareggio per 1-1 contro il neo promosso Lecce. Ad Asseminello i rossoblù sono apparsi più volte in difficoltà

LA CONTESA. I rossoblù guidano il gioco (procurandosi degli angoli in serie) ma la prima occasione al 7’ è creata dal colpo di testa, con palla indirizzata sul primo palo, fuori di poco di Lemmens. Col passare dei minuti meglio gli ospiti, pericolosi al 19’ con la zuccata di Hasic. Brivido al 26’ quando, sulla deviazione di Obert, sul tiro con Gonzalez, per poco inganna il proprio portiere. Al 35’ Salomaa imbecca Burnete, che fortunatamente spreca tutto davanti a D’Aniello. Prima del riposo, che l’arbitro Taricone di Perugia indica dopo 2’ di intervallo, altra chance Lecce con Gonzalez che esplode il destro potente, comunque out.

Nella ripresa serve un Cagliari assolutamente diverso in fase d’attacco, visto che nella prima frazione l’estremo difensore dei pugliesi Borbei, è stato praticamente semplice spettatore sul terreno di gioco. Agostini si fida degli undici titolari e non opta per dei cambi.  A passare in vantaggio è la compagine di Grieco al 4’: punizione di Salomaa per Lemmens che insacca. Immediata reazione cagliaritana, che prima sfiora il pareggio con Desogus su passaggio di Tramonì (entrato in campo al 12’ per Cavuoti) poi pareggia un minuto dopo con Palomba che sigla di testa sugli sviluppi di un angolo e sponda di Kourfalidis.

Il pareggio sembra aver svegliato i ragazzi di Agostini, che al 32’ effettua due sostituzioni: escono Yanken e Delpupo, entrano Manca e Vinciguerra. 42’: destro dalla distanza di Gonzalez e il Cagliari si salva anche perché la botta è strozzata. In pieno recupero 50’, Conti ci prova, dando l’illusione del gol. Alla fine un pareggio che è un punto cOnquistato.

LE PAROLE DI AGOSTINI. “Non abbiamo fatto una grande gara, bisogna dirlo. Siamo partiti un po’ contratti e le giocate non sono arrivate, purtroppo a inizio stagione ci sta dover prendere un po’ le misure, sia degli avversari che di sé stessi, essendo un gruppo con un’ossatura definita ma anche con diverse novità. Il Lecce è un avversario scorbutico, ha messo in campo le sue qualità e grande voglia di fare punti, bravi noi a reagire subito allo svantaggio di inizio ripresa e nel finale ci abbiamo provato ma non è bastato. Comunque  mi porto a casa tante indicazioni positive, avremmo voluto vincere come è normale, dobbiamo crescere tutti se si si vuole arrivare lontano ma questo è appena il primo tassello di un lungo percorso”.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Settore Giovanile