Resta in contatto

Euro 2020

La Spagna, un mix di esperienza e gioventù contro ogni critica

Conosciamo meglio l’avversaria dell’Italia in semifinale di Euro 2020

Il cammino degli Azzurri a Euro 2020 continua dopo il 2-1 al Belgio ai quarti di finale. La squadra di Mancini torna in campo martedì 6 luglio, alle 21 a Wembley, contro la Spagna di Luis Enrique che ha eliminato ai rigori la Svizzera.

Il cammino della Spagna a Euro 2020

Un percorso in crescendo quelle della Spagna, che ha chiuso il gruppo E al 2° posto con 5 punti. Contro Svezia (0-0) e Polonia (1-1) due gare deludenti per poi scatenarsi nelle partite seguenti. Prima il 5-0 contro la Slovacchia che ha regalato il passaggio agli ottavi di finale, poi il rocambolesco 5-3 alla Croazia: avanti 3-1 all’85, la Roja si è fatta raggiungere nei minuti di recupero per poi spuntarla ai supplementari. Infine la maratona contro la Svizzera ai quarti: dopo l’1-1 al termine dei 120’, la squadra di Luis Enrique ha vinto 4-2 ai rigori grazie alle parate di Unai Simon.

Un mix di esperienza e gioventù a disposizione del ct Enrique

Luis Enrique ha voluto creare una rosa basata sull’esperienza, vedi giocatori come MorataBusquetsKokeJordi Alba e Azpilicueta, ma anche sui giovani talenti come Pedri, appena 18enne, Ferran Torres ed Eric Garcia. Un mix che, inizialmente, era stato molto criticato anche per la mancanza di giocatori del Real Madrid ma che, per ora, si è rivelato vincente. Tra i migliori marcatori spagnoli ad Euro 2020, infatti, ci stanno proprio il 29enne Morata e il 21enne Ferran Torres, con due reti a testa.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Altro da Euro 2020