Resta in contatto

Approfondimenti

La quota salvezza in Serie A negli ultimi dieci anni: ecco com’è cambiata

Un miraggio per molti, alla portata per altri. I punti che servono per mantenere la Serie A non sono sempre gli stessi: ecco quanti ne sono serviti negli ultimi dieci campionati

Non sempre è la stessa, anche se la sicurezza in partenza viene sempre fissata a 40. Per restare in Serie A, la quota salvezza cambia di anno in anno: i calcoli, com’è ovvio, sono più facili da fare nelle ultime quattro o cinque giornate di campionato. Per ora, dunque, è ancora presto stabilire una quota per il torneo in corso con ragionevole certezza.

Negli anni, si diceva, la quota è cambiata spesso. Nella stagione 2010/2011 la salvezza fu a 37 punti. A occupare l’ultima casella utile per la retrocessione in B quell’anno fu la Sampdoria, con 36 punti. Il Lecce, quintultimo, ne raccolse 41. Sono stati 37 anche nella stagione successiva, quella 2011/2012: al diciottesimo posto si piazzò il Lecce con 36 punti, quartultimo il Genoa con 42. Nelle due stagioni successive (2012/2013 e 2013/2014) la quota salvezza fu di appena 33 punti, e al quartultimo posto si posizionarono Genoa e Sassuolo. I neroverdi nel 2014 si salvarono con appena due punti in più rispetto al Catania. Nel campionato 2014/2015 la quota salvezza è stata di 35 punti e ad arrivare quartultima fu l’Atalanta di Edy Reja, con 37 punti, e Cagliari, terzultimo, retrocesso a quota 34.

Nel 2015/2016 quota più alta: per salvarsi furono necessari 39 punti, mentre nell’anno successivo, il 2016/2017, per mantenere la categoria bastarono 33 punti. Il Crotone di Davide Nicola si salvò con 34 punti, ma alla fine ne sarebbero bastati proprio 33 perché l’Empoli retrocesse con 32 punti. Furono invece 36 i punti necessari per la salvezza nel campionato 2017/2018, col Crotone retrocesso a quota 35, e lo Spal di Leonardo Semplici salvo a 38. Nel 2018/2019 ancora quota salvezza fissata in 39 punti: Genoa ed Empoli arrivarono entrambi a 38, ma per la classifica avulsa si salvarono i rossoblù. Lo scorso anno, il 2019/2020, furono necessari 36 punti: il Lecce retrocesse con 35, mentre la quartultima Genoa ne fece 39.

20 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
20 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti