cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Il doppio ex Pileggi: “Al Cagliari manca lo spirito di gruppo. Toro più compatto”

Le parole dell’ex giocatore di Cagliari e Torino negli anni ’70-’80, che prova a fare le carte alla delicata sfida di venerdì tra le due squadre in lotta per non retrocedere

Una sfida tremendamente delicata, da far tremare i polsi. Venerdì sera alla Sardegna Arena, Cagliari e Torino si affronteranno per non affondare. Le due squadre sono separate da due punti (Toro 17, Cagliari 15), poi più avanti il divario è ampio: sette i punti dalla Fiorentina, poi nove da Benevento, Bologna, Spezia, Udinese. Difficile fare le carte alla gara: il doppio ex, Danilo Pileggi, ci prova.

“Partita molto difficile per entrambe”, spiega Pileggi a TorinoGranata.it, “per il Toro con il cambio di allenatore sembra che qualcosa sia migliorata, almeno per quel che riguarda la continuità dei risultati, anche se manca ancora la vittoria. La classifica però non è cambiata di molto. In questo momento si deve parlare di salvezza sia per il Torino e sia per il Cagliari. Il cerchio delle squadre che lottano per la salvezza si è ristretto e questo scontro diretto diventa ancora più delicato e difficile. Il Cagliari a gennaio ha fatto degli innesti importanti, ma non è ancora riuscito a tramutare il tutto in risultati. Venerdì sera giocherà quindi anche il fattore psicologico. Servirebbe una vittoria ad entrambe per avere una boccata d’ossigeno e se non ci sarà un cambio di tendenza si rischia di proseguire patendo fino alla fine. Mi auguro di no per il Toro e anche per il Cagliari, sono legato a entrambe. La situazione del Torino? Nelle ultime partite con Giampaolo la squadra mi era sembrata un po’ giù fisicamente e psicologicamente. In questo momento di testa il Toro sta meglio del Cagliari, ma capire dall’esterno non è facile. I granata possono contare su Belotti, che è un grande valore aggiunto sia sotto il profilo tecnico sia sotto quello morale. Anche il Cagliari davanti ha degli ottimi giocatori e se li si prende singolarmente sono di buon livello. Quel che manca ai sardi è lo spirito di gruppo, anche se tutti vogliono concorrere a risolvere la situazione in cui si trovano. Comunque entrambe le squadre al più presto devono trovare una soluzione per venire fuori dalla lotta per non retrocedere, ormai il tempo è sempre meno e adesso, come si dice, i punti valgono doppio ed ancor di più in caso di scontri diretti. Si sta formando un solco tra le ultime quattro e chi è più avanti. Spezia e Benevento stanno tenendo un buon ritmo ed esprimono un buon calcio dimostrando di essere molto vive e di avere valori tecnici di rilievo. Se non avverrà che qualcuna, come accadde lo scorso anno, sarà risucchiata, la lotta per la salvezza rischia di coinvolgere solo le ultime quattro. Chi avrà la meglio venerdì? Il Toro psicologicamente sta meglio grazie al cambio di allenatore, anche se non ha avuto quel cambio di marcia sperato, ma mi sembra che abbia un’unità d’intenti superiore al Cagliari. Venerdì può succedere di tutto, anche se mi auguro che il Torino possa dare un colpo d’ala. Il Cagliari obiettivamente non gioca male, anche con l’Atalanta per buona parte ha fatto una bella gara, però gli serve qualcosa in più per uscire da questa sequela di sconfitte e il fatto di non aver l’uomo davanti che segna e sia il punto di riferimento per risolvere le partite è un ulteriore difficoltà da superare. Belotti è uno che le occasioni se le crea e ha fiuto del gol, per questo il Torino ha maggiore facilità a segnare. Poi, con gli innesti di Sanabria, quando potrà giocare, e di Mandragora ne trarrà ulteriore giovamento”.

Subscribe
Notificami
guest

38 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

La bruciante sconfitta di ieri contro il Verona ha spinto l'Udinese a sollevare Gabriele Cioffi...
Il Cagliari riprenderà domani la preparazione in vista della sfida del Ferraris lunedì prossimo...
Un saluto dalla redazione di CalcioCasteddu: iniziamo come di consueto con le prime pagine dei...

Dal Network

Il tecnico, prossimo avversario, è profilo gradito per la nuova stagione. Intanto il club...
La Roma ha spiegato le motivazioni per le quali bisognerebbe spostare il recupero della sfida...

Altre notizie

Calcio Casteddu