cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Diritti tv Serie A 2021/2024: Dazn ci punta forte, ma servono garanzie per un canale visibile solo via web che non tutti gradiscono

L’offerta del piovider inglese è superiore a quella del gruppo Murdoch ora Comcast che ha abituato gli appassionati di ogni età a vedere le gare in tv fin dal 2003

Ieri, dopo due ore di riunione in videoconferenza con tutti i 20 rappresentanti dei club della Serie A, l’Assemblea della Lega Calcio ha deciso di rinviare a giovedì (LEGGI QUI) la decisione a quale broadcast affidare i diritti tv della massima serie 2021/2024. Non si vuole lasciare nulla di intentato. Le buste arrivate venerdì scorso e poi aperte, sono state due: una da Dazn e l’altra da Sky, gruppi che già mandano in onda le 10 partite a giornata da agosto 2018 e lo faranno fino al 24 maggio prossimo.

DAZN AVANTI NELL’OFFERTA, MA… Il provider inglese assicura 840 milioni di euro per 7 partite in esclusiva e 3 in coabitazione con Sky, che ha offerto per queste gare invece 70 milioni. Tra le due proposte c’è un distacco di 90 milioni a stagione, per un totale di 270 nel triennio, una cifra non da poco. Dazn potrebbe perciò portare alla Serie A incassi non molto distanti dai 973 milioni. Soldi rilevanti, anche perché dalla prossima stagione la Lega Serie A non potrà più contare su Infront, la più importante azienda di marketing sportivo presente sul mercato, che garantisce alla Lega stessa un risparmio di 60 milioni l’anno. C’è però una situazione che deve attentamente cavalcata da tutti i diretti interessati e non è certo di poco conto.

Anzi, basilare. Affidare la Serie A ad un canale streaming visibile solo in rete,  non convince infatti tutte le parti in causa, soprattutto perchè per alcuni club, l’opportunità di lanciare un canale Lega Ott non è da sottovalutare. In più, Inoltre Sky trasmette il campionato italiano sin dal 2003 e nel tempo ha creato rapporti stretti sia con il pubblico (abituato alle gare in tv e non con le APP specie gli anziani) sia con gli stessi club. Ecco dunque, considerata l’importanza della discussione, le venti società, tutte collegate con la Lega Serie A, hanno deciso di riaggiornarsi a dopodomani giovedì.

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Avete perso una news o un approfondimento sul Cagliari? Date uno sguardo al nostro riepilogo,...
La media dei voti dati dagli utenti di CalcioCasteddu ai rossoblù impegnati contro la Juventus...
Il tecnico analizza la battuta d'arresto in casa della capolista, che di fatto è l'addio...

Dal Network

Il tecnico, prossimo avversario, è profilo gradito per la nuova stagione. Intanto il club...
La Roma ha spiegato le motivazioni per le quali bisognerebbe spostare il recupero della sfida...

Altre notizie

Calcio Casteddu