Resta in contatto

Approfondimenti

Giulini-Di Francesco rapporto solido: giocatori più responsabilizzati e maggior testa in campo

I rossoblù non vincono da due mesi ed hanno rimediato quattro pareggi e cinque sconfitte. Media da B come la Fiorentina da affrontare domenica

Non c’è dubbio che questa situazione, nonostante un nuovo progetto mirato al salto di qualità con Di Francesco in panchina, non fosse preventivata. Ma la realtà dice che, dopo la vittoria sulla Sampdoria datata 7 novembre, il Cagliari non ha più centrato il successo, rimediando quattro pareggi e soprattutto cinque sconfitte, le ultime due di fila alla Sardegna Arena con Napoli e Benevento. Urge un cambio di rotta, in particolare all’interno del gruppo soprattutto di chi va in campo, perché l’intero pacchetto (al netto di operazioni di mercato in questo mese) non è certo da quindicesimo posto e soprattutto da appena due punti di vantaggio sulla terzultima della classe, indipendentemente da chi sia o no.

INTESA PER IL RITIRO ANTICIPATO. Il presidente Giulini sa bene quanto sia importante l’allenatore voluto fortemente anche a scapito di aver rotto il rapporto in anticipo con il ds Carli (che puntava su Liverani appena esonerato al Parma) e promosso Carta. Rapporto solido con Di Francesco, nonostante il momento no. Dopo il ko interno di avantieri col Benevento, i due si sono parlati a lungo e hanno concordato e annunciato alla squadra, il ritiro anticipato da stasera, in vista della gara di domenica alle 18 al Franchi, contro la Fiorentina, non certo messa meglio dei rossoblù, nonostante un punto in più in classifica. Quella classifica che, sono con qualche disattenzione in meno in difesa, sarebbe certamente diversa. Al Cagliari, problemi o no, mancano almeno sei punti dalle sfide a Spezia, Hellas Verona, Parma, Udinese e Benevento. Il tutto senza contare il non aver chiuso (nel momento di maggior dominio) le contese con Roma all’Olimpico e Inter in casa, lasciando perdere il vantaggio sciupato nella prima giornata a Reggio Emilia col Sassuolo, solo per citare un match.

MEDIA DA INVERTIRE. Contro una squadra, che come il Cagliari aveva ambizioni ben diverse alla vigilia di questo campionato, è fondamentale fare punti: anzi vincere. Dal 7 novembre in poi Pavoletti e compagni hanno battuto solo l’Hellas Verona in Coppa Italia. Per il resto pareggiato con Spezia, lo stesso Hellas in trasferta,  Parma e Udinese, perso con Juventus, Inter, Roma, Napoli e Benevento. Dall’altra parte, la Fiorentina di Prandelli ha un punto di vantaggio sui rossoblù, grazie anche al jolly del successo sulla Juventus allo Stadium. Gli altri quattro (dal suo arrivo in panchina al posto di Iachini) sono stati ottenuti con molta fatica contro Genoa in pieno recupero, Sassuolo, Hellas Verona e Bologna.

67 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
67 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "Peggio di così è difficile. 8 anni due retrocessioni e 6 campionati mediocri, però con lo stadio di tubi innocenti (di Cellino) e le magliette..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti