Resta in contatto

News

Posticipo Serie A. Clamoroso al Maradona: lo Spezia in dieci uomini batte 2-1 il Napoli

Sembrava una gara a senso unico con tante occasioni sciupate verso la porta di Provedel. Poi la rete di Petagna. Poi tutto cambia. Espulso Marchiza e gol di Nzola e Pobega

Vince chi segna un gol in più non chi tira in porta innumerevoli volte perchè si rischia di perdere. Come è capitato al Napoli in maniera clamorosa contro uno Spezia cinico, impostosi con l’uomo in meno all’ex San Paolo 2-1.  Gran colpo per la lotta salvezza da parte della squadra di Italiano, mentre quella di Gattuso si deve interrogare, dopo il 4-1 ottenuto in casa del Cagliari domenica scorsa.

LA SORPRESA AL MARADONA. Uomini di Gattuso da subito padroni del campo, con Insigne dopo appena 1’ ad un passo dalla rete, Maggiore che devia salvando tutto al 4’ sulla botta a giro di Politano, Fabian Ruiz (11’) praticamente a porta vuota e salvataggio difensivo in extremis. Ospiti in affanno, ma che ancora ringraziano nuovamente Politano al 21’ del pericolo scampato  e soprattutto Zielinski che, invece di tirare, serve palla in mezzo all’area ma senza trovare alcun compagno alla deviazione vincente. Non lascia un metro di campo libero l’undici di casa ai liguri, che trovano un varco al 35’ presentandosi in area avversaria, ma senza fortuna, con Agoumè. Un minuto dopo super intervento di Provedel su Insigne, al tiro dopo aver scambiato palla con Zielinski e palla in corner. Prima dell’intervallo, che Mariani di Roma (supportato al VAR da Banti di Livorno) concede dopo 2’, Politano sfiora la marcatura (45’) spedendo palla oltre la traversa.

Nella seconda parte della contesa la squadra ospite sembra essere entrata in campo con un altro atteggiamento. Tuttavia al 5’ Lozano entra in area, ma il tiro grazia gli avversari. Come fa Petagna, ma solo per il grande riflesso (8’) del portiere oggi in maglia rossa, sul bel pallone dato da Di Lorenzo. Assedio dei partenopei col passare dei minuti alla ricerca di una rete che sarebbe più che meritata. Gyasi prova a spaventare i campani  (11’) ma è solo un lampo, perché la rete che sblocca la contesa è solo questione di minuti e arriva su una palla sporca servita rasoterra da Di Lorenzo al 13’, che Petagna piazza in porta sul primo palo. Anche dopo il vantaggio la gara sembra a senso unico, ma al 22′ l’arbitro fischia rigore per fallo commesso ingenuamente (come Klavan su Piccoli in Cagliari-Spezia in pieno recupero) di Fabian Ruiz su Pogeba. Tutto confermato anche dal VAR. Dagli undici metri, come alla Sardegna Arena,

Nzola non sbaglia e impatta. Gattuso, con qualche cambio, ridisegna la sua squadre per far si che i suoi si possano riportate avanti. Già ammonito, Marchiza commette un altro fallo, rimediando il secondo giallo e viene espulso, lasciando i suoi in 10 al 32′. Nonostante l’uomo in meno i liguri vanno in vantaggio al 36′, con Pobega che mette in rete profittando di una disattenzione colossale della difesa di casa, su passaggio di Nzola che elude la marcatura di Maksimovic prima di imbeccare il compagno. Elmas si divora il 2-2 al 44′. Ospiti alle corde nel recupero, ma felici al fischio finale di Mariani per il clamoroso successo in rimonta in dieci contro undici in casa del Napoli.

 

 

15 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
15 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini o un altro l'importante è che vada via GIULINI"

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "A me piacerebbe Zanetti e in d.s. in gamba e Giuliani che li facesse lavorare in pace"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News