Resta in contatto

News

Addio a Paolo Rossi: fu campione del mondo con l’Italia a Spagna ’82

L’annuncio con un post della moglie su Instagram. Aveva 64 anni. Dopo essere stato calciatore aveva ricoperto il ruolo di opinionista in tv

Un post su Instagram, ‘Per sempre’ e un cuore. Federica Cappelletti, la moglie di Paolo Rossi, ha annunciato così nella notte, la morte del marito. L’ex calciatore, eroe dei Mondiali di Spagna ’82, si è spento all’età di 64 anni a due settimane di distanza della scomparsa di Diego Maradona. Un maledetto 2020, iniziato a Febbraio con la Pandemia, che non vuole finire. Migliaia i messaggi di cordoglio per la scomparsa di Pablito. “Non ci sarà mai nessuno come te, unico, speciale, dopo te il niente assoluto…”, scrive la moglie poi su Facebook. Oltre alla moglie, lascia tre figli: Sofia Elena, Maria Vittoria e Alessandro.

LA MALATTIA. A Paolo Rossi era stato diagnosticato un cancro ai polmoni. E, nonostante la tenacia, il sostegno della sua grande famiglia purtroppo questa volta non c’è stata vittoria. La malattia non gli ha dato scampo e se l’è portato via. L’ex attaccante, dopo un inizio in sordina cambio passo e porto l’Italia al successo mondiale: indimenticabili i suoi 3 gol al Brasile di Zico. Con i suoi gol superammo in semifinale la Polonia. E fu di Pablito il primo gol alla Germania che spiano la strada verso la Coppa del mondo, l’11 luglio 1982.

Nato a Prato il 23 settembre del 1956, Rossi nello stesso anno vinse il Pallone d’oro. Con la Juventus di Giovanni Trapattoni negli anni ’80 ha vinto due scudetti, una Coppa Italia, una Coppa delle coppe, una Supercoppa europea e la Coppa dei campioni nel 1985.  Eroe azzurro, ma anche bomber straordinario con big e provinciali del calcio italiano, dalla Juventus al Milan, al Vicenza, Verona e il Perugia, dove venne accusato di aver truccato la partita Avellino-Perugia (nella quale firmò una doppietta), e venne squalificato dalla CAF per due anni, perdendo così anche la possibilità di partecipare con la nazionale all’imminente campionato d’Europa del 1980 in Italia.  Dopo aver lasciato il campo era stato opinionista tv a Sky Sport , Rai e Mediaset.

IL CORDOGLIO DELLA LEGA CALCIO. Non si è fatto attendere il cordoglio del presidente della Serie A, Dal Pino: “Paolo Rossi ci ha fatto sentire orgogliosi di essere italiani, è stato l’eroe di tutti noi. La Serie A piange un immortale del nostro calcio, amato dal mondo intero. Mando un sentito abbraccio e le condoglianze della Lega Serie A a tutta la sua famiglia“.

ROSSI-ZICO: UN MOMENTO DI ITALIA-BRASILE 1982 MONDIALE DI SPAGNA

 

21 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
21 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "A parte il fatto che, se si facesse un azionariato dei tifosi e chiedessero 100 euro, molti dei commentatori non li metterebbero, perché i prossimi..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Siamo d'accordo però i mancati incassi di due anni gli sono caduti sul groppone credo che non vada dimenticato non siamo Juve o Milan i soldi vanno..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News