Resta in contatto

News

Recupero Serie A. Genoa battuto 2-1 a Marassi: prima vittoria stagione del Torino che abbandona l’ultimo posto

La rete di Lukic e l’autogol nel primo tempo di Luca Pellegrini regalano una gioia a Giampaolo che salva la panchina

Stavolta il Torino ha imparato la lezione. Non subisce gol dopo essere stato avanti, che costano la vittoria o il pareggio, ma coglie la prima vittoria della stagione in campionato. Lo fa imponendosi nel recupero della terza giornata 2-1 in casa del Genoa, che mette in difficoltà l’undici di Maran reduce dal pareggio nel derby con la Sampdoria, restando a quota 5 punti. Granata invece che salgono 4, a meno -1 dall’avversaria di stasera, il Parma e lo Spezia.

LA GARA DI MARASSI. Contesa che nessuna delle due squadre può permettersi di perdere, vista la classifica attuale. Partono forte i granata, in rete al 10’  grazie a Lukic, che approfitta di un errore in uscita di Goldaniga, e infila Perin. Contatto in area degli ospiti tra Bremer e Leragler, con l’arbitro romano Valeri che (16’) fa giocare, ma è richiamato dl collega bolognese Aureliano al VAR. Non è rigore, anche dopo il controllo delle immagini. Si mette male per l’undici di Maran al 26’, che va sotto 2-0 con l’autorete sfortunato di Luca Pellegrini che, nel tentativo di Lukic, mette la sfera nella propria porta. Nonostante il doppio passivo i liguri provano a proporsi in avanti, andando ad un passa dalla marcatura al 33’ con Rovella, con un tiro al volo, che non va in rete solo per fondamentale deviazione in angolo di Singo. Squadre al riposo dopo 4’ di recupero.

Al rientro in campo nel Genoa, per dare maggiore pressione agli avversari, ci sono Pandev e Bani. I rossoblù spingono e al 9’ vanno vicini a riaprire la partita con Scamacca che al 9’ (dopo un’incomprensione tra Rodriguez e Sirigu) vede il terzino salvare tutto. Al 16’ la difesa di casa si salva su Belotti, mentre un minuto dopo è il gallo ha imbeccate Lukic, che fallisce di un non nulla il terzo gol. 21’, altra chance per Scamacca e il Torino si salva ancora dalla rete del Grifone. Dall’altra parte nuova opportunità al 25’ per Belotti, ma nulla da fare per l’attaccante, recuperato in extremis da Giampaolo. Bonazzoli in contropiede fallisce (26’) un’altra ghiotta occasione. Occasioni da entrambe le parti. Alla mezz’ora zuccata di Bani davanti a Sirigu, palla di poco alta. 39’: Meitè innesca Linetty, che fa partire un tiro, ribattuto. Di fatto la gara finisce qui. Al 48’, nel terzo dei cinque minuti di recupero, gran palla di Pandev per Scamacca, che insacca e al 50’ (sugli sviluppi di un angolo) sfiora il 2-2.

 

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News