Resta in contatto

News

Anticipo Serie A. Inter cinica in casa del Genoa: vince 2-0 grazie alle reti di Lukaku e D’Ambrosio

Ottima gara dei padroni di casa per circa un’ora poi esce fuori la differenza tecnica che cambia la gara di Marassi

Bastano quindici minuti nella ripresa all’Inter per imporsi 2-0 in casa di un Genoa che, per circa un’ora se la è giocata alla pari.

LA CONTESA DI MARASSI. Possesso palla per la squadra di Conte, reduce da un ko in campionato nel derby con il Milan e un pareggio all’ultimo respiro in Champions League per 2-2 a San Siro col Borussia Moenchengladbach. Lukaku e compagni cozzano contro l’ottima predisposizione in campo messa in atto da Maran, che concede poco spazio e limitati varchi ad eccezione del 14’, quando Peresic salta un avversario e imbecca al limite Martinez, il quale prova a piazzare il destro che termina alto di poco, sopra la traversa. 26’: altra palla di Perisic, stavolta per Vidal che mette a sedere un difensore e calcia con il mancino, colpendo in pieno Bani, vanificando una delle rare opportunità avute fino a quel momento. I rossoblù di casa si propongono al 44’ in area nerazzurra ma l’onnipresente Peresic è decisivo nel recupero in extremis su Pandev. L’arbitro Massa di Imperia manda le due squadre all’intervallo, senza recupero.

Al rientro in campo c’è l’ex Cagliari Luca Pellegrini, che entra al posto di un Czyborra impalpabile. I padroni di casa provano ad aumentare il ritmo e avanzando metri verso la metà del terreno di gioco avversario. Troppo nervosa la squadra di Conte a Marassi, che al 10’ ringrazia Ranocchia per l’intervento in difesa su Pjaca, molto ben servito da Pandev. Inter avanti al 19’ con Lukaku, che fa valere la sua fisicità sul passaggio di Barella (entrato in campo poco prima) dunque decisivo per la rete del belga, che mette in rete superando Perin con un sinistro preciso in diagonale. I nerazzurri chiudono i giochi al 34’ con D’Ambrosio, che in spiazzata insacca solissimo il raddoppio raccogliendo un altro colpo di testa in assist di Ranocchia, sul secondo palo.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Tutta la vita un solo nome....Claudio Ranieri....mi dispiace per Agostini ma non è ancora pronto e ha dimostrato la sua inadeguatezza"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News