Resta in contatto

Approfondimenti

Cds – Walukiewicz scalda i motori in vista dell’inizio della stagione

Il polacco, lanciato nel grande calcio da Rolando Maran e ancor di più da Walter Zenga, è pronto a giocare al fianco di Diego Godin

Sebastian Walukiewicz, dopo aver collezionato parecchie partite con Walter Zenga in panchina, è pronto al grande salto agli ordini del neo mister del Cagliari Eusebio Di Francesco.

AL FIANCO DI GODIN? Come riporta Il Corriere dello Sport, il polacco sarà probabilmente uno dei due centrali nella difesa a quattro coniata da Difra. Il classe 2000 potrebbe essere affiancato da un certo Diego Godin. Con l’arrivo dell’uruguaiano, Walukiewicz avrebbe modo di crescere ispirandosi ad uno dei migliori interpreti di quel ruolo.

 

71 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
71 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
12 ore fa

Giusto scaldare i motori, ma non prenda esempio dalla Ferrari attuale 😜

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 giorno fa

Grande giocatore in coppia con Godin ( sempre che arrivi) diventerà un grande centrale. A tutto per diventare forte. E poi mi sembra un bravo ragazzo.

Adriano
Adriano
1 giorno fa

Lanciato da Maran è quasi una bestemmia. Maran voleva lanciato lui aldilà del Tirreno molto ma molto prima, insieme ai suoi due avvocati Passetti e Carli.

Luciano
Luciano
1 giorno fa

Io vedrei bene pajac a sx

Adriano
Adriano
1 giorno fa
Reply to  Luciano

Pajac, come anche Farago’ sono centrocampisti, acquistati per giocare in quel ruolo. Li hanno rovinati Baroni al Benevento e Maran nel Cagliari. Sono comunque contento di sentire qualcuno che non lo disprezza.

santiago del rio
santiago del rio
1 giorno fa

Non so come fate a dire che sia stato lanciato da Maran, che lo ha schierato solo una volta quando é stato costretto dalle assenze. Fosse per Maran sarebbe ancora in panchina o ne avrebbe avallato la cessione in favore di qualche suo pupillo ultratrentenne ex Chievo

Vincent Perro
1 giorno fa

Diventerà molto forte,è bravo a difendere forte fisicamente e ha un piede non male per impostare

Adriano
Adriano
1 giorno fa

Temo però che a Cagliari non resterà molti anni perché sono già pronti ai blocchi di partenza i predatori Paratici, Marotta e Maldini pronti a scattare con i loro milioni, purtroppo.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 giorno fa

Ormai è diventato un centrale affidabile e con Godin potrà affinare tattica e tecnica.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 giorno fa

Deve essere titolare💪💪💪💪

Romano
Romano
1 giorno fa

Il polacco,opportunamente seguito dall’allenatore e disciplinato in certi movimenti tecnici,potrebbe diventare un ottimo centrale.E’ forte fisicamente e, nel contempo, non teme i contrasti aerei.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 giorno fa

Ottimo giocatore a cui bisogna dare fiducia!!!

Walter
Walter
1 giorno fa

Walu fortissimo, poi abbiamo Romagna. Nel frattempo ci sarebbe Lykogiannis che è meglio al centro che come terzino. Poi Klavan e Carboni. Per non parlare di Ceppitelli che non viene più menzionato, quando era infortunato tutti lo acclamavano e aspettavano e adesso? Un brocco? Oppure è infortunato? Non possiamo partire con Pizzagatto in campo significa partita persa.

Last edited 1 giorno fa by Walter
Mordi e fuggi
1 giorno fa
Reply to  Walter

Il tuo odio verso PISACANE (pensa un pò si chiama così oh Water) ti ha ovattato la mente…
Romagna è del Sassuolo ormai da qualche giorno, per te, per me lo era già dall’anno scorso…
Mettiti l’anima in pace…PISACANE È UNO DI NOI!!!!!!

Mordi e fuggi
1 giorno fa
Reply to  Walter

…e poi ti sei scordato Sami…che può adattarsi sia a destra che a manca che al centro…all’occorrenza si adatta a mediano incontrista..ma può essere anche un regista perchè sa impostare da dietro…e non ultimo…ha il vizio del gol…
Sami chi?
Saminca chi ri coddiri!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 giorno fa
Reply to  Walter

Romagna credo sia finito definitivamente al Sassuolo per avere in cambio Tripaldelli.

Adriano
Adriano
1 giorno fa
Reply to  Walter

Ti sei distratto. Romagna anche con un solo ginocchio se l’è preso il Sassuolo ai saldi per Tripaldelli che, speriamo bene, ma è pur sempre una scommessa.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 giorno fa

Ma lo mandano a Olbia o la spezia a fare esperienza 🤣🤣🤣

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 giorno fa

Fortissimo !!! Speriamo bene !!! 💪🔴🔵

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 giorno fa

La merita….molto bravo…

Fogusabbruxidi
Fogusabbruxidi
1 giorno fa

C’è bisogno di mettersi in sintonia su una cosa fondamentale, il calcio si è evoluto, così come i difensori, che del calcio sono interpreti.
Walu è un difensore moderno, Il difensore moderno deve non solo impedire all’attaccante di fare gol ma, anche e soprattutto, impostare l’azione con un controllo sapiente della manovra dal basso, tenendo spesso alta la linea e attuando un pressing aggressivo ma intelligente.

Fogusabbruxidi
Fogusabbruxidi
1 giorno fa
Reply to  Fogusabbruxidi

Segue:
Interpreti del ruolo come Bonucci, Romagnoli, Mancini solo per restare in Italia, ma anche Van Dijk, Ramos, Varane e Stones sono molto lontani dall’interpretazione antica del difensore. E se ogni tanto perdono qualcosina a livello di marcatura individuale, è perché pensano in un altro modo e devono saper fare molte più cose.

Fogusabbruxidi
Fogusabbruxidi
1 giorno fa
Reply to  Fogusabbruxidi

Segue:
Il marcatore arcigno, rude, alla Gentile per intenderci, non sopravviverebbe nel calcio di oggi, io eronuno stopper, dietro di me avevo il libero, e seguivo il mio avversario fino in tribuna, forse non perdevo la marcatura, ma non sapevo fare tutto il resto.

FORZA WALU!!!

SCETTI CASTEDDU IN SU CORU!!!
❤💙❤💙❤💙❤💙❤💙❤💙❤💙

claud
claud
1 giorno fa
Reply to  Fogusabbruxidi

In pratica il pallone lo lasciavi perdere. Ciao

Fogusabbruxidi
Fogusabbruxidi
1 giorno fa
Reply to  claud

Dovresti chiedere alle caviglie dei miei avversari😂🤣😅

Fogusabbruxidi
Fogusabbruxidi
1 giorno fa
Reply to  Fogusabbruxidi

Ormai un secolo fa, seu becciu, ma fidarì, seu ancora tostau meda.😂🤣😅

Adriano
Adriano
1 giorno fa
Reply to  Fogusabbruxidi

professore!

Alberto Antonini
Alberto Antonini
1 giorno fa
Reply to  Fogusabbruxidi

Si va sempre più verso i calciatori universali che sanno fare un po’ tutto. In passato forse erano più bravi nel fare solo il loro ruolo. In fondo una squadra in cui si attacca e si difende in 10 sarebbe l’ideale.

claud
claud
1 giorno fa

Ricordi di un calcio totale Olandese che poco ci mancava che attaccasse anche il portiere.

Alberto Antonini
Alberto Antonini
1 giorno fa
Reply to  claud

Io son cresciuto con quel calcio. L’olanda sembrava una squadra di marziani. Riva era al tramonto e per noi bambini il nuovo riferimento era quello.

claud
claud
1 giorno fa

Nonostante due mondiali persi per non dire altro il calcio olandese ha fatto scuola .Il calcio italiano lo ha capito in ritardo

Fogusabbruxidi
Fogusabbruxidi
1 giorno fa
Reply to  claud

Si, il calcio cosiddetto totale olandese era spettacolare, però vorrei invitarvi a non dimenticare mai che noi in Italia quattro mondiali e un europeo li abbiamo vinti giocando all’italiana, che non vuole sempre dire un calcio brutto, come spesso mi capita di leggere in alcune critiche, quando abbiamo voluto fare altro calcio, non abbiamo più vinto nulla. L’ultimo mondiale nel 2006 l’abbiamo vinto come? contro la Germania nel 2006 vome l’abbiamo portata a casa? meditate gente meditate.

Alberto Antonini
Alberto Antonini
1 giorno fa
Reply to  Fogusabbruxidi

Io adoro anche il calcio all’italiana con contropiede o verticalizzazioni fulminanti. Il calcio era un linguaggio che ogni popolo interpretava coi propri mezzi. Oggi è un bel frullato con tutto dentro.

segue
segue
1 giorno fa

Un bravo allenatore dovrebbe nell’arco dei novanta minuti di partita sapere cambiare modulo di gioco specialmente con le nuove regole che ti permettono di fare cinque cambi.

Adriano
Adriano
1 giorno fa
Reply to  claud

No, non c’erano gli interpreti. Finiti Kruiff, Krol, Van Hanegen etc, neanche il calcio olandese è più riuscito a riproporsi a quei livelli.

Franco Tidu
1 giorno fa

Anche per me l’Olanda era un modello da seguire…per questo mi trasferì ad Amsterdam,dove tutt’ora vivo ,e nisciunu sindi frigara uhahahahahahahah

Fogusabbruxidi
Fogusabbruxidi
1 giorno fa
Reply to  franco

Appu cumprendiu chini sesi, s’olandesu volanti, Burriccheddu miu bellu, ti ollu beni però. Seu apettendi sa simbularura a pisciurè.😂🤣😅😘 unu baxireddu.

Fabrizio
Fabrizio
1 giorno fa

Mi ricordi il mondiale del 74, con Sannon che sfugge a Marchetti, che invano cerca di trattenerlo per i calzoncini, e va in gol portando in vantaggio l’Haiti .
Era l’Italia di grandi calciatori al tramonto, con Rivera ( o Mazzola ), che in un’occasione a centrocampo, da solo, incespica sul pallone e cade .
Dopo la debacle del 74, ci fu il bel Mondiale in Argentina, con le partite a mezzanotte .
Quanti ricordati richiamati dal tuo post .
Forza Cagliari Sempre !

Adriano
Adriano
1 giorno fa
Reply to  claud

Sono coincidenze. Il calcio olandese anni fine settanta inizi ottanta si è affermato con un nucleo di campioni tutti adatti, una coincidenza, come la squadra che ha vinto lo scudetto del Cagliari. Cose che capitano, ma non sempre.

Fogusabbruxidi
Fogusabbruxidi
1 giorno fa

Sai Alberto, forse il primo vero innovatore è stato il grande, unico e immenso filosofo, Manlio Scopigno, dava libertà dietro, senza impuntarsi al rispetto del ruolo e della posizione in campo, i nostri impostavano, cosa per quel tempo più unica che rara, e infatti la sorpresa più grande per gli avversari fu quella, poi va beh! davanti avevi quello che io neanche mi permetto di nominare, perché io dsvsnti a lui mi inchino e basta.

Alberto Antonini
Alberto Antonini
1 giorno fa
Reply to  Fogusabbruxidi

Mi piacerebbe vedere i filmati di qualche partita del Cagliari per intero, ma a quanto pare non è facile. Anch’io ho sentito qualcosa del genere sul quel Cagliari, soprattutto sulla inedita interpratazione del ruolo di libero da parte di Cera, il vero precursore in Italia dei vari Scirea e Baresi, al tempo c’era però anche Beckenbauer.

Fran
Fran
1 giorno fa

Se conosci qualcuno di Rai 3 regionale😉potresti farti cercare negli archivi storici,qualcosa si trova😉…

Fran
Fran
1 giorno fa
Reply to  Fran

O contati Vittorio Sanna via FB,anche lui,potrebbe sodisfare le tue curiosita😉

Alberto Antonini
Alberto Antonini
1 giorno fa
Reply to  Fran

Sarebbe bello se lo facesse Videolina per il cinquantenario dello scudetto. Purtroppo non conosco nessuno in Rai. Grazie comunque Frank.

Fran
Fran
1 giorno fa

Videolina è tropo “giovane”per avere qualche filmato di partite intere🙄può darsi,che quel marpione di Valerio Vargiu,abbia qualcosa a riguardo😉ps: sonoFranck😜

Alberto Antonini
Alberto Antonini
1 giorno fa
Reply to  Fran

Chissà se le hanno riversate integralmente in digitale o girano ancora soltanto i soliti spezzoni con i gol che troviamo su youtube. Ma visti i costi dubito.

Fran
Fran
1 giorno fa

E chi lo sá🙄però: Vittorio,Valerio,oltre che tifosi,sono anche cultori del Cagliari,chissà 🤷‍♂️😉

Fogusabbruxidi
Fogusabbruxidi
1 giorno fa

Ma tu ti rendi conto dei nomi che hai fatto, vedi gente così adesso in campo? Pier Luigi Cera era in grado di fare lanci da 30 metri per l’innominabile a cui sempre mi inchinerò, si lui era un precursore nel suo ruolo, Scirea, Baresi, Beckenbauer, ma di cosa vogliamo parlare, giocatori incredibili per tecnica e carattere.

Fogusabbruxidi
Fogusabbruxidi
1 giorno fa

Ha ragione Fran, Vittorio Sanna ha tutto, se riesci a prendere contatto con lui forse riesci ad avere qualcosa.

segue
segue
1 giorno fa
Io, purtroppo per me, ho 68 anni e ho visto quel Cagliari prima all'Amsicora, poi al S.Elia.comprese le due partite di coppa dei campioni contro il Saint Etienne e Atletico Madrid. Pier Luigi Cera da eccellente mediano fu trasformato libero da Scopigno per via dell infortunio di Tommasini. il nuovo ruolo di Cera era una novita' nel panorama del calcio italiano inquanto egli si collocava davanti alla difesa e non dietro dando un contributo ai centrocampisti..  
segue
segue
1 giorno fa

riscrivo il commento. Pier Luigi Cera era un ottimo mediano. Fu trasformato in libero da Scopigno dopo l’infortunio di Tommasini. A differenza del ruolo classico di libero che era l’ultimo difensore egli venne collocato davanti ai difensori dando un apporto in piu’ al centrocampo. Valcareggi c.t. della nazionale lo schiero’ ai mondiali del 70 nello stesso ruolo.

Adriano
Adriano
1 giorno fa

devono saper anche cucinare e fare la spesa.

fileferru
fileferru
1 giorno fa
Reply to  Fogusabbruxidi

Tutto giusto Fogu, ma Gentile in confronto a Ramos era un’educanda. Per cattiveria agonistica (e non solo) Ramos e’ quasi al livello di Pepe, l’anello di congiunzione tra la bestia e il calciatore.

Fogusabbruxidi
Fogusabbruxidi
1 giorno fa
Reply to  fileferru

Poriressi fileferru, però Gentile educanda, anche no, lui doveva MARCARE gente come Maradona, Zico, non so se hai presente, gente così ne vedi in giro, io no, e li trattava a calci negli stinchi senza problemi, gente che la palla la vedevi e non la vedevi, o anticipavi in velocità o picchiavi, delle due una, il più delle volte era la seconda, nel calcio di adesso Gentile non finirebbe una partita, altro calcio, altri uomini.

fileferru
fileferru
1 giorno fa
Reply to  Fogusabbruxidi

Era un paradosso quello dell’educanda, Gentile lo ricordo benissimo e so che mastino fosse. Al tempo si marcava a uomo in tutti i sensi, pero’ io non ho mai visto fare a Gentile le bestialita’ viste fare a Ramos e Pepe nei confronti ad esempio di Messi ma in generale a chiunque gli capiti a tiro. Da codice penale.

Gigi
Gigi
1 giorno fa
Reply to  Fogusabbruxidi

Assolutamente d’accordo con la tua analisi.

Fogusabbruxidi
Fogusabbruxidi
1 giorno fa
Reply to  Gigi

Mi lusinga grazie.
❤💙👍

Stef .
1 giorno fa

Due anni con Godin e potremmo trovarci un ottima coppia di centrali per i prossimi 10 anni

Tonino88
Tonino88
2 giorni fa

Non dimentichiamoci di Carboni che, se impara a non farsi espellere, ha le potenzialità per diventare fortissimo. Forza Casteddu sempri!

Sandr5o7
Sandr5o7
2 giorni fa
Reply to  Tonino88

Giusto.

GIALLOROSSOBLU'
GIALLOROSSOBLU'
2 giorni fa
Reply to  Tonino88

Carboni ha bisogno di tempo per assimilare il calcio dei “grandi”e deve imparare a contenere l’irruenza ma le basi son buone..col tempo il ragazzo si farà….

Gigi
Gigi
2 giorni fa
Reply to  Tonino88

Sì se impara appunto, altrimenti per la squadra rappresenta solo una palla al piede e non una risorsa. Un giocatore è davvero forte se è forte di testa, intendo mentalmente, non solo fisicamente. In questo momento da questo punto di vista Walukiewicz, pur avendo la stessa età di Carboni è decisamente superiore. Speriamo impari e maturi in fretta.

massimiliano rossi
massimiliano rossi
1 giorno fa
Reply to  Gigi

Si ma Walu….a mio modo di vedere deve essere più cattivo…molto più cattivo

claud
claud
1 giorno fa

Walu ha fatto vedere le sue doti: bravo ad impostare il gioco e carente in marcatura. Con le dovute differenze simile a Bonucci.

massimiliano rossi
massimiliano rossi
1 giorno fa
Reply to  claud

Con le dovute differenze mi piace….comunque mi fa piacere che anche tu hai notato che come marcatore è carente ed in serie A basta un errore.

Alberto Antonini
Alberto Antonini
1 giorno fa

Vabbè, fece la figura del pollo contro Ronaldo, ma lì chi si sarebbe salvato? Altri gravi errori non ne ricordo.

massimiliano rossi
massimiliano rossi
1 giorno fa

Riguarda la partita di Ferrara per fare un esempio……meno male San Olsen…..comunque spero di sbagliarmi ma se la cattiveria non la hai subito, significa che non la trovi per strada…magari hai altre doti.
Samuel quando ha vinto lo scudetto con la Roma aveva 23 anni ma era già una belva.

Gigi
Gigi
1 giorno fa

In parte posso essere d’accordo ma anche la cattiveria agonistica la si la si acquisisce e la si affina con l’esperienza, non dimentichiamo che ha solo vent’anni. Ad esempio Carboni è più cattivo agonisticamente, ma non sempre questo è un bene in un ragazzo con poca esperienza, come abbiamo purtroppo constatato.

massimiliano rossi
massimiliano rossi
1 giorno fa
Reply to  Gigi

Riguarda la partita di Ferrara per fare un esempio……meno male San Olsen…..comunque spero di sbagliarmi ma se la cattiveria non la hai subito, significa che non la trovi per strada…magari hai altre doti.
Samuel quando ha vinto lo scudetto con la Roma aveva 23 anni ma era già una belva.

Gigi
Gigi
1 giorno fa

Ma su questo non sono affatto d’accordo, dovresti vedere Chiellini che quando giocava nella Fiorentina sembrava quasi un’educanda rispetto alla “belva” che sarebbe diventato successivamente. Secondo me dipenderà molto da chi lo accompagnerà e da chi lo seguirà nel suo percorso di crescita.

massimiliano rossi
massimiliano rossi
1 giorno fa
Reply to  Gigi

Chiellini nella Fiorentina, quando giocava lo faceva da fluidificante di sx…..comunque spero che Walu migliori in questo….se accade io sono stra-felice.

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Approfondimenti