Resta in contatto

Rubriche

Amarcord – Quando Cellino prese Diego Milito, ma…

Estate 2005 ed il Cagliari ha appena ottenuto una brillante salvezza in serie A, ma ha dovuto mandare giù il boccone amaro dell’addio di Gianfranco Zola.

Massimo Cellino vorrebbe un pezzo da novanta per la sostituzione del fantasista di Oliena e posa gli occhi sul pezzo pregiato di casa Genoa.

Il sodalizio di Enrico Preziosi, che sul campo conquistò la promozione in serie A, venne declassato in C1 dalla giustizia sportiva causa “aggiustamento” del risultato di Genoa-Venezia, cosa che portò all’esodo di diversi giocatori, tra cui il bomber autore di ben 21 reti, Diego Milito.

L’amicizia tra i due presidenti portò alla rapida conclusione dell’affare: l’attaccante argentino venne acquistato dal Cagliari a titolo definitivo per la bella cifra di 4,5 milioni di euro, necessari al Genoa per riorganizzare la stagione. Battuta la concorrenza dell’Inter che offriva circa 2 milioni in meno.

Il giocatore, non felicissimo di non poter vestire nerazzurro, ma comunque lieto di trovare la serie A, attese un pò di tempo prima di firmare il contratto.

La sua esitazione venne “premiata” con l’inserimento in volata del Real Saragozza che propose un prestito biennale con diritto di riscatto, soluzione poco gradita dal presidente del grifone che preferiva il cash dell’amico Cellino.

Fermi tutti! Di fronte all’offerta economica molto allettante del club spagnolo (oltre 1,5 milioni di euro di ingaggio), sommata alla presenza del fratello del giocatore, il difensore Gabi, il “Principe” decise di mandare a monte l’accordo con i rossoblù per abbracciare la Liga Spagnola.

In tanti rimasero delusi, da Preziosi a Cellino, fino agli stessi tifosi del Cagliari, che già sognavano di vedere caterve di goal da parte del campione argentino.

Secondo round nel gennaio 2015: Tommaso Giulini, appreso del suo addio all’Inter, provò a convincerlo ad abbracciare i colori rossoblù per “curare” un attacco piuttosto sterile, ma il giocatore aveva già deciso di tornare in Argentina per concludere la sua illustre carriera.

26 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
26 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Mauro.muscas
Mauro.muscas
19 giorni fa

Le cose di prima sono passate! Cellino appartiene al passato….w giulini,farà un Cagliari stile Atalanta,dove ne maran,ne Zenga sono stati capaci di mettere in pratica le idee del presidente! Speriamo in difra,sopratutto che la squadra lo segua,perché dopo Lazio e Lecce,come tutti sappiamo non si è più giocato….

FABIO
FABIO
19 giorni fa
Reply to  Mauro.muscas

Speriamo di fare una bella squadra STILE CAGLIARI e non STILE ATALANTAche ora sembra una moda e mi ha un po’ rotto!!Dobbiamo essere originali e forti e non copiare nessuno ma diventare così forti da essere considerati un esempio dagli altri.
FORZA CAGLIARI AVANTI COL NUOVO PROGETTO❤💙💪

Sant'Efisio
Sant'Efisio
20 giorni fa

I primi sei anni di Cellino sono stati FANTASTICI. Quanti fuoriclasse grazie a lui. Inoltre tra le tante cose il centro sportivo gioiellino della società lo costruì lui.
I restanti anni celliniani sono comunque meglio di questi primi sei del ciarlatano inquinatore interista.

Pregi e difetti

Last edited 20 giorni fa by Sant'Efisio
ivano
ivano
20 giorni fa
Reply to  Sant'Efisio

Si come no…meno male che ha lasciato finalmente.

Norbert
Norbert
19 giorni fa
Reply to  Sant'Efisio

Sono molto più numerosi i fuoriclasse ceduti da Cellino, a cominciare da Fonseca e Francescoli (ereditati dalla gestione Orrù)
🔴🔵

Sabatino Zazzaro
20 giorni fa

Il solito mercenario…….

claud
claud
20 giorni fa

Il tempo è galantuomo. Più di ventanni presidente con magre soddisfazioni per i tifosi. Purtroppo, con i diritti televisivi che pagano il calcio presidenze così lunghe ne vedremo per tanto tempo ancora.

tonirossoblù
tonirossoblù
20 giorni fa

Facc’e tontu

ranuccio
ranuccio
20 giorni fa

Non era all’altezza dei rossoblù. Nessuno si azzardi a chiamarlo principe, Quì ha un’altro significato.

AlexG79
AlexG79
20 giorni fa
Reply to  ranuccio

Concordo.. El Principe è resterà per sempre uno.. soltanto uno.. Enzo Francescoli.. dopo riva il forte e grande mai visto a Cagliari.. ah che bei ricordi..
Forza Casteddu!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
20 giorni fa

Cellino Cellino sempre Cellino basta non e più Presidente del Cagliari fatevene una ragione

Commento da Facebook
Commento da Facebook
20 giorni fa

Ma quale addio di Zola, fu letteralmente scaricato da quell’ingrato di Cellino, avrebbe potuto giocare ad alti livelli altre due o tre stagioni.

Carlo
Carlo
20 giorni fa

Verissimo, una delle tante cavolate di Cellino che ragionava con l’istinto di un animale e voleva fare la prima donna sempre….

Norbert
Norbert
19 giorni fa

La stessa cosa con Matteoli anni prima
🔵🔴

Giampaolo
Giampaolo
20 giorni fa

Ma pensate davvero che ci crediamo???? Ma x favore…

bagai
bagai
20 giorni fa

Cellino ha cominciato a scrivere la sua “Nuova Storia” in Val Trompia, primo anno in a con il Brescia = retrocessione immediata……e MENO MALE CHE VOLEVA UNA FERRARI…….SI….CON MOMOMARCIA…..!!!
Parliamo del presente o del futuro……QUESTO INTERESSA A NOI ROSSOBLU…..IL RESTO NON CONTA!!!
FORZA CAGLIARI

Marco
Marco
20 giorni fa

Ma che c…o c’è n’è frega!?!?!? Scrivete di cose attuali e veritiere che appartengono ad oggi. Forza cagliari

Commento da Facebook
Commento da Facebook
21 giorni fa

La brutta copia di Enzo Francescoli !

Alberto Antonini
Alberto Antonini
20 giorni fa

Infatti lo chiamavano il Principe di Bernal per la sua somiglianza con Francescoli. Meglio l’originale.

fileferru
fileferru
21 giorni fa

Il boccone amaro lo ingoio’ Zola, al quale Cellino non rinnovo’ il contratto. Una delle pagine piu’ tristi della storia rossoblu, una cellinata imperdonabile.

Fabio
Fabio
20 giorni fa
Reply to  fileferru

Grande presidente,……per fortuna che con la sua ferrari inglese é andato a sbattere contro un muro chiamato campionato inglese……a già é vero quasi dimenticavo, anche in serie A con il suo Brescia…….e c’è gente che lo rimpiange…..dandogli del genio e gran conoscitore di calcio……I brividi

Sergio
Sergio
20 giorni fa
Reply to  Fabio

È unu squallidu e basta. Per carità

ivano
ivano
20 giorni fa
Reply to  Fabio

Pogaridari Cellino…ha costruito zero futuro.

Legolas
Legolas
20 giorni fa
Reply to  fileferru

Esatto. Un calciatore e un uomo come Zola non meritava uno sgarbo del genere.

Zz
Zz
20 giorni fa
Reply to  fileferru

quoto, parimenti al mancato accordo con Francescoli..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Andrea

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche