Resta in contatto

News

Lukaku e Sanchez portano l’Inter a -4 dalla Juventus vincendo 3-0 e inguaiando di nuovo il Genoa

Gli uomini di Conte segnano con un gol per tempo e per 24 cercano di fare pressione alla squadra di Sarri pronta festeggiare l’ennesimo scudetto

L’Inter vince 3-0 in casa del Genoa, ma per la corsa scudetto si sveglia troppo tardi. Domani infatti, battendo la Sampdoria, la Juventus si terrà cucito lo scudetto per la nona volta di fila. Sconfitta che può essere abbastanza pesante per l’undici di Nicola, Infatti, se il Lecce domani vincesse a Bologna, si complicherebbe la vita con sole due gare da giocare. Primo sussulto del match dopo 8’. Godin in ritardo quando Favilli imbecca in area Pinamonti, il cui colpo di testa sfiora il vantaggio rossoblù. 12’: Zapata mura Lukaku, impedendo la battuta sicura in rete a due passi da Perin. Mancino insidioso (22’) di Brozovic, palla fuori di poco. Alla mezz’ora clamoroso errore di Eriksen che, servito benissimo da Lukaku, spara alto sopra la traversa e grazia la squadra di Nicola dello svantaggio. Due minuti dopo un ottimo Romero è decisivo su Martinez.

LUKAKU. Non sbaglia il belga l’appuntamento con la rete al 34’ quando, sul passaggio di Biraghi, infila Perin rientrando sul destro siglando sul secondo palo. Prima dell’intervallo (44’) sassata su punizione dal limite di Jagiello, il cui destro a giro sul palo di Handanovic termina fuori di un soffio. Nulla da segnalare nella prima parte della ripresa, dove i due portieri non sono impegnati. Grande azione dei rossoblù al 17’, vanificata però dal giovane Rovella, che serve troppo timidamente Pinamonti, favorendo la difesa della squadra di Conte.

SANCHEZ. Che al 24’ va vicina al raddoppio, al termine di un’azione manovrata conclusa con il tiro Lukaku sull’assist di Sanchez, respinto all’ultimo istante sulla linea di porta, Ankensen. Aumenta il pressing il Genoa alla ricerca del pareggio, con Nicola che fa entrare prima Pandev, quindi Ghiglione e l’ex Destro. Zapata spreca una chance al 37’, A chiudere i giochi è invece Sanchez un minuto dopo. Imbeccato da Moses, l’ex Barcellona aggancia il pallone col piatto destro dal limite dell’area piccola e trafigge Perin. In pieno recupero (48’) Lukaku si fa quasi metà campo e sigla il 3-0 con il mancino, dopo un doppio passo in area.

22 Riass

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "A me piacerebbe Zanetti e in d.s. in gamba e Giuliani che li facesse lavorare in pace"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News