Resta in contatto

News

Incredibile a San Siro: avanti 2-0 la Juventus si scioglie come neve al sole e perde 4-2 col Milan

Fino al rigore siglato al 17’ della ripresa da Ibrahimovic la squadra di Sarri stava dominando la partita. Poi tutto cambia e arrivano altri tre gol

Clamorosa vittoria del Milan per 4-2 sulla Juventus, nel secondo anticipo della trentunesima giornata. La capolista, in completo dominio fino al 17’ della ripresa e avanti 2-0, subisce 4 reti in sei minuti e sciupa la chance di allungare sul +10 nei confronti della Lazio, sconfitta a Lecce 2-1

LA PARTITA. A San Siro la prima chance la costruisce al 10’ la capolista con l’imbeccata di Bernardeschi per l’ex Bonucci, che di testa manca il vantaggio. Risposta rossonera con Ibrahimovic al 25’: sinistro sull’assist di Rebic, tiro potente con Szczesny attento nel non farsi sorprendere. Gara comunque equilibrata, fondamentale per gli obiettivi di entrambe le squadre. Nel primo dei due minuti di recupero Higuain controlla palla in area di rigore e calcia con il sinistro in caduta, con palla rimpallata da Theo Hernandez, blocca Donnarumma.

1’17” della ripresa e ospiti in vantaggio con Rabiot al termine di un coast to coast con Hernandez,  e Donnarumma fulminato con il tiro col sinistro dal limite dell’area, che va a morire nel sette. Sei minuti dopo, clamorosa dormita della coppia Romagnoli-Kjaer e per Ronaldo raddoppiare è davvero un gioco da ragazzi, mandando il pallone colpito col mancino, sul primo palo. Guida va al Var per vedere il fallo di Bonucci che tocca col braccio. Rigore (18’) siglato da Ibrahimovic, che spiazza Szczesny.

Il gol regala fiducia alla squadra di Pioli, che 4’ minuti dopo pareggia, su sponda di Ibra, con Kessie.  Incredibile: Juventus in bambola e Leao insacca il 3-2 con pallone in rete sul primo palo, grazie ad un sinistro beffardo. Milan ad un passo dal 4-2 al 30’ n ad un passo dal 4-2 con Rebic, chef a partire un sinistro di prima intenzione respinto con i piedi da Szczesny. Che al 35’ nulla può sul quarto gol segnato da Rebic che, ancora una volta, profitta di una capolista andata fuori fase all’improvviso, per ipotecare il successo. Betancur sfiora il 3-3 al 42’. Ma le speranze bianconere si spengono qui.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
marc
marc
26 giorni fa

si accettano scommesse: 1 la rubentus, 2 la dea , 3 lazio, 4 inter, 5 milan, 6 napoli, 7 tra roma e bologna super accozzata.si sa già chi deve andare in champion e chi in europa league. e chi purtroppo deve retrocedere

marc
marc
26 giorni fa
Reply to  marc

E’ ora che la classifica prenda il verso che dall’alto si vuole. squadre disastrate come il milan che si piazzeranno quinti, la dea che ha preso possesso del campionato e dulcis in fundu la rivelazione degli accozzati bologna. naturalmente la rubentus non si tocca, che ieri si è prestata ai giochini comandati.

Lele
Lele
26 giorni fa

Campionato falsato… ma nooo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
26 giorni fa

Regalata.

Franck
Franck
26 giorni fa

😂😂😂😂😂un glande bilan ha distrutto i gobbi🤔ceeeee😂😂😂😂

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Vergognatevi!! Ma cosa volete raccontare..avete sbagliato anche il cognome.. e non si tratta di un errore di stampa, lo avete reiterato anche nella..."

Gigi Riva

Ultimo commento: "Io ricordo che prima dell'incontro con la Massese il Cagliari giocò al Sant'Elia una Partita non ufficiale, un'amichevole col Benfica in cui giocò..."

Carmine Longo

Ultimo commento: "Fu un grande Ds. Onore a Carmine Longo."

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Un altro gol memorabile fu quello segnato al Parma ai tempi di Ranieri, nel 1991, una bomba dal limite dell'area al 95' che diede ai rossoblù una..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Le sue parabole di collo pieno hanno contribuìto alla scalata per il ritorno in serie A, facendo esplodere noi tutti tifosi e il glorioso stadio..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News