Resta in contatto

News

GdS – Zoff: “Non credo al turnover dei portieri”. E a Cagliari, infatti…

Intervista al leggendario ex portiere e ct della Nazionale, che ha parlato a La Gazzetta dello Sport del presente del ruolo in Italia

MITO. Quasi superfluo spiegare chi sia Dino Zoff e cosa abbia fatto nel calcio italiano. Un monumento autentico, unico azzurro capace di laurearsi campione d’Europa (1968) e mondiale (1982). Oltre ai numerosi trofei e record collezionati in carriera. Dal portiere simbolo del pallone nostrano, lecito attendersi un parere sulla situazione attuale dei portieri italiani: “Donnarumma è cresciuto molto in questi anni e vanta già notevole esperienze nonostante sia ancora molto giovane: il Milan fa bene a puntare su di lui. Mi piacciono molto anche Gollini e Meret. Ma non mi convince molto il turnover dei portieri nello stesso club: di sicuro devi disporre di due interpreti molto forti, però credo che alla fine l’allenatore debba fare una scelta precisa“.

CAGLIARI. E se lo dice il Dinone nazionale… l’aspetto della rotazione tra portieri è stata viva anche a Cagliari. Fino a poche ore fa… Dopo la gara contro il Verona, l’allenatore dei sardi Walter Zenga – altro grande italiano del ruolo – ha affermato che aveva comunicato a Cragno e Olsen l’intenzione di schierarli a turno. Un dualismo che, probabilmente, non ha aiutato psicologicamente Cragno (viste le ultime prestazioni). Ora il problema non si pone più. Lo svedese, che benissimo aveva fatto nella trasferta di Ferrara, non resterà a Cagliari dopo la scadenza contrattuale prevista per oggi. E il numero uno toscano potrà guardarsi ora da una concorrenza più soft.

Cragno, da domani, non avrà più ufficialmente la concorrenza di Olsen

30 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
30 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Alberto Antonini
Alberto Antonini
12 giorni fa

Un grandissimo grazie a Robin Olsen, professionista esemplare (a parte la mattana di Lecce), che ha dimostrato di essere un portiere di livello internazionale. Dispiace che alcuni tifosi l’abbiano insultato.

Umberto
Umberto
12 giorni fa

Grazie robin, grazie per il tuo contributo da portierone!..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
12 giorni fa

Diciamo che il disastro di Lecce è stato scatenato da Cacciatore e la sua parata, quindi la colpa è in larga parte sua.
Lapadula poteva farsi dare un’altra palla dal raccattapalle se aveva fretta di ricominciare e invece ha preferito andare ad attaccare Olsen dandogli una testata, Olsen ha solo reagito all’attacco di Lapadula.

Edo70
Edo70
12 giorni fa

Cambiando discorso,
………. O CACCIATORE
FISSO IN MALATTIA.
In due anni ti ho visto fare 2 cross decenti,
passaggi sbagliati e trottusu,
Tante grazie

Edo70
Edo70
13 giorni fa

………SU DINAI
E SU DINAI ………

Edo70
Edo70
13 giorni fa

Grazie di tutto
Robin e scusaci.

Lele
Lele
13 giorni fa

Ricordiamoci che Olsen è stato preso per sostituire Cragno infortunato, ora non lo è più quindi non ha più senso tenerlo. La clausola dei 900 mila euro è appunto una clausola che si può raggiungere o non raggiungere.
Qualsiasi imprenditore avrebbe fatto la stessa cosa.

Lele
Lele
13 giorni fa

la società ha fatto bene, sborsare 900 mila euro per far giocare Olsen ( a cui vanno i nostri sinceri grazie ) ed avere Cragno in panchina sarebbe stato da polli.

Gian Franco
13 giorni fa

Olsen in questo momento dava sicuramente più garanzie ma sicuramente non valeva l’esborso di 900.000€ per finire il campionato; il Cagliari è salvo ed è quindi giusto cercare di recuperare Cragno che l’anno scorso era stato il miglior portiere della serie A.
A fine campionato chissà cosa potrà succedere magari viene venduto Cragno per un sacco di soldi ed acquistato con gli stessi Olsen ed un paio di difensori decenti

Riccardo
Riccardo
13 giorni fa

Io credo che comunque Olsen meriti tutta la gratitudine da parte della società e, sopratutto, dei tifosi per la sua serietà e senso di abnegazione dimostrate. L’unico neo é stato l’aver abboccato alle provocazioni di quel bidone di Lapadula a Lecce, che gli é costata una lunga squalifica. La maggior parte dei punti quest’anno il Cagliari gli ha fatti grazie anche alle sue prestazioni di alto livello. Personalmente mi dispiace che vada via.

CASTEDDAIU
CASTEDDAIU
13 giorni fa

Sono d’accordissimo con Zoff e questo deve valere anche per gli altri ruoli, deve giocare sempre quello che offre migliori garanzie in quel momento. Rivera ricorda spesso che in nazionale Valcareggi non riteneva compatibili lui e Mazzola per poter giocare contemporaneamente e prima delle partite diceva che avrebbe schierato un tempo l’uno ed un tempo l’altro, ma le sostituzioni se necessarie si fanno secondo l’andamento delle partite, non sono decisioni che si possono prendere in anticipo.

Lele
Lele
13 giorni fa
Reply to  CASTEDDAIU

Mazzola era nettamente più affidabile

CASTEDDAIU
CASTEDDAIU
13 giorni fa
Reply to  Lele

Se leggi bene io non ho inteso dire che Rivera era meglio di Mazzola o viceversa, ho scritto semplicemente che un allenatore non può decidere che tipo di sostituzioni farà a priori, le sostituzioni si fanno in base alle esigenze che l’andamento della gara richiede. Credo che ne converrai anche tu. F.C.

Alex G
Alex G
13 giorni fa

Mio parere personale, Olsen in questo momento dava più sicurezza al reparto difensivo, ma essendo della Roma è tornato all’ovile. Cragno è meno in forma e le due mezze papere di sabato lo hanno evidenziato. Spero si riprenda e torni come prima dell’infortunio. Anche perché avendo un portiere forte a guardare le spalle, i difensori giocano più sicuri e in scioltezza.
Ripeto mio parere personale.

Rob
Rob
13 giorni fa
Reply to  Alex G

Mezze papere di sabato ?

Rob
Rob
13 giorni fa
Reply to  Alex G

Sai qual è la differenza ?
Olsen ribatte con la faccia un tiro di Cerri da un metro, lasciando poi a Petagna un rigore in movimento, ed è miracolo …
Cragno para con il braccio in uscita su Belotti, non Cerri, e recupera anche il pallone in due tempi e forse è una mezza papera…

Nando Poma
Nando Poma
13 giorni fa

Ma che bello, come siamo contenti che Olsen non c’è più, uno degli errori più gravi ed evidenti della società.

Casteddu Matt
Casteddu Matt
13 giorni fa
Reply to  Nando Poma

Aridaje la società non lo ha deciso..è lui che doveva decidere se finire la stagione qui o no

Carlo
Carlo
13 giorni fa
Reply to  Casteddu Matt

Come spiega la Gazzetta dello Sport, c’era in ballo un bonus presenze da 900 mila euro per il portiere. Bonus che sarebbe scattato alla 18esima presenza in campionato (sono 17 quelle di Olsen finora), e per il quale il Cagliari avrebbe chiesto uno sconto ai giallorossi considerate le difficoltà derivante dall’emergenza Coronavirus.

Carlo
Carlo
13 giorni fa
Reply to  Carlo

“Il Cagliari non prolunga il prestito: Olsen torna a Roma”
è più chiaro ??

CASTEDDAIU
CASTEDDAIU
13 giorni fa
Reply to  Carlo

L’anno scorso è sucessa una cosa non proprio uguale ma simile con Tonelli alla Sampdoria, alla ventesima presenza sarebbe scattato l’obbligo di riscatto e per non riscattarlo lo hanno fermato alla dicianovesima presenza, salvo riprenderlo quest’anno di nuovo in prestito.

Shardancast
Shardancast
13 giorni fa
Reply to  Casteddu Matt

Le uniche cose che poteva decidere erano se stare a Cagliari con l’assicurazione non avrebbe più messo piede in campo o tornare alla base. Semplicemente le 2 società avevano opinioni diverse.

Nando Poma
Nando Poma
13 giorni fa
Reply to  Casteddu Matt

Mi dispiace ma non è così, la società aveva preso un impegno con la Roma, e non l ha rispettato, punto.

Nando Poma
Nando Poma
13 giorni fa
Reply to  Nando Poma

O, volutamente non rispettare….

Carlo
Carlo
13 giorni fa
Reply to  Nando Poma

esattamente! voleva lo sconto che non è arrivato e non lo hanno confermato, il resto è aria fritta

Gino
Gino
13 giorni fa
Reply to  Nando Poma

Aveva preso l’impegno di pagare il bonus alla 18 esima presenza, quindi non vedo cosa non abbia rispettato, dato che Olsen ha 17 presenze… Poi ovvio che abbia tentato di avere uno sconto per proseguire con il prestito, così come la Roma tratta sul prezzo quando deve acquistare giocatori!

Carlo
Carlo
13 giorni fa
Reply to  Gino

Il problema è un altro, tutti hanno parlato di Olsen Mercenario, che il giocatore non è stato riconoscente alla squadra o alla società, le solite fregante da tifoso medio. Quello che dici tu è giusto e condivisibile dalla società chè però è la responsabile della situazione. Va fatto presente a qualcuno con il prosciutto negli occhi !!

Nando Poma
Nando Poma
12 giorni fa
Reply to  Carlo

Sono d’accordo, bravo Carlo vedo che non sono il solo ad avere notato alcune cose che non vanno bene.

Nando Poma
Nando Poma
12 giorni fa
Reply to  Gino

Oh Gino guarda che la 18 gara è la società che non l ‘ha fatta giocare, proprio per non pagare il bonus.

Gino
Gino
12 giorni fa
Reply to  Nando Poma

E dove avrei detto il contrario? Ho solo detto che, essendo il bonus legato alle presenze, e dato che il numero di queste non è stato raggiunto, il Cagliari non è per nessun motivo in difetto nei confronti della Roma. Magari la prossima volta leggi prima di commentare…

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Carmine Longo

Ultimo commento: "Fu un grande Ds. Onore a Carmine Longo."

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Un altro gol memorabile fu quello segnato al Parma ai tempi di Ranieri, nel 1991, una bomba dal limite dell'area al 95' che diede ai rossoblù una..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Le sue parabole di collo pieno hanno contribuìto alla scalata per il ritorno in serie A, facendo esplodere noi tutti tifosi e il glorioso stadio..."
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "era un commento all 'altro articolo sul Carbonia di Caddeo"

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Ricordo quel grande Cagliari seppur 12enne...È stato la colonna sonora della mia crescita e della mia vita. Ancora oggi ripenso alla immensa fortuna..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News