Resta in contatto

News

Rebic e Calhanoglu regalano al Milan la vittoria per 2-0 ai danni della Roma

L’aver giocato con due giorni di vantaggio ha agevolato il successo della squadra di Pioli contro un’avversaria in difficoltà nell’ultima mezz’ora di gioco

Il Milan torna a vincere a San Siro, dopo 440 giorni, battendo 2-0 la Roma. Per il team rossonero tre punti importanti verso un posto nella prossima Europa League, mentre a compagine ospite rallenta la rincorsa al quarto posto che vale la qualificazione in Champions.

La gara, condizionata dal caldo, si accende al 20’ con l’occasione della compagine di Fonseca con Kluivert che crossa,  la traiettoria del passaggio, deviata dalla testa di Kessiè, scavalca Romagnoli e favorisce Dzeko, ma il colpo di testa angolato dell’attaccante bosniaco termina di un soffio distante dal palo. I rossoneri si fanno vedere in modo pericoloso (dopo due tocchi di prima) con Bonaventura al 29’ , destro però alto. 10’ dopo clamoroso errore davanti alla porta difesa da Mirante, da parte di Calhanoglu che di testa da distanza ravvicinata, grazia il portiere dopo il gran suggerimento di Hernandez dalla trequarti. Squadre negli spogliatoi dopo 2’ di recupero concessi da Giacomelli.

REBIC. Al rientro in campo subito rischio per i capitolini. Al 2’ infatti retropassaggio di Spinazzola per Mirante, Rebic arriva sul pallone, ma se lo allunga troppo e vanifica l’incredibile situazione venutasi a creare. Col passare dei minuti aumenta la pressione rossonera, profittando della stanchezza di una Roma che ha avuto due giorni in meno di riposo. I giallorossi hanno giocato mercoledì contro la Sampdoria, gli uomini di Pioli erano scesi in campo lunedì a Lecce. Tra il 20’ e il 22’ ci provano prima Calhanoglu, con un diagonale rasoterra che viene respinto da Mirante sull’esterno della rete, poi il portiere si ripete respingendo la battuta di Paquetà. Di fatto è l’anteprima del vantaggio siglato da Rebic (ottavo gol in stagione) al 31’, che corona la maggiore presenza verso la porta avversaria, dopo aver prima colpito il palo.

LA CHIUDE CALHANOGLU. La reazione ospite e sterile, figlia di una flessione nell’ultima mezzora. A sancire la vittoria milanista è l’attaccante turco al 44’, che insacca un rigore concesso per fallo do Smalling su Hernandez, incrociando il tiro che supera Mirante e va infilarsi all’angolino, con il portiere che intuisce ma non può nulla. A San Siro il Milan conquista tre punti in chiave Europa League.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "ha solo seguito gli ordini del presidente: RETROCEDERE"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News