cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Cds – Signorelli 2: “Trasparirà la sardità del nuovo impianto”

Il membro del cda del Cagliari si complimenta con il presidente Giulini: “Onore a lui, ha messo sul tavolo determinazione e coraggio”

Stefano Signorelli – membro del cda rossoblù e uomo incaricato da Giulini per seguire il progetto sul nuovo stadio – ha rilasciato una intervista fiume ai microfoni de Il Corriere dello Sport sulla casa del Cagliari.

UN CATINO.Io, il Dg Mario Passetti e il presidente Giulini siamo andati a visitare tanti stadi negli ultimi anni, in Inghilterra, Spagna, Olanda. Il nostro sarà un catino, proteso verso il campo di gioco, moderno, comodo, visibilità ottimale. Assistere a una partita del Cagliari nel nostro stadio, sarà ogni volta un’esperienza unica. Trasparirà fortemente la sardità dell’impianto e di chi lo frequenta, per incutere timore reverenziale negli avversari: gli stadi moderni devono avere un impatto emotivo a vantaggio di chi gioca in casa“.

STADIO SMART.Offrirà agli spettatori in qualsiasi momento la possibilità anche durante la gare di acquistare bevande, cibo, gadgets, prenotare un taxi. Ci sarà un elevato numero di bar, nessuno dovrà fare la fila durante l’intervallo. Gli skybox saranno almeno trenta, le aree di ospitality non meno di due. E ancora un albergo, ristoranti e altri punti di ristoro, gli uffici della società e della Fondazione Giulini, diversi Cagliari point. Ci sarà uno “sport bar” dove assistere a eventi di altre discipline e giocare agli eSport, che conquistano sempre più favore. Pensiamo a qualcosa di funzionale per il quartiere, la zona in cui ricade l’area“. 

I COSTI.Per ora possiamo parlare di una spesa fra i 50 e i 60 milioni, a progetto definito avremo un quadro più preciso. La sostenibilità, oltre a quanto daranno i nostri tifosi con la loro affluenza per le gare, è stata studiata dalla Deloitte cui abbiamo conferito un incarico per stilare un piano di prospettiva industriale. Abbiamo condiviso, con Regione e Comune, di non progettare gli spazi commerciali ma abbiamo bisogno che la Regione ci dia il contributo che sostituisce gli spazi commerciali. Di fatto lo stadio deve essere capace di generare una economia che lo sostiene. Entro un mese, al massimo, il quadro sarà definito“.

ONORE A GIULINI.L’imprenditore di per sé rischia sempre qualcosa, ma Tommaso Giulini ha davvero messo sul tavolo una determinazione e un coraggio di cui gli va reso merito. Non è soltanto uno stadio che darà lustro a tutta la Sardegna, ma creerà posti di lavoro. Almeno un centinaio a regime, se ci sarà il polo commerciale la cifra si moltiplicherà, e durante la costruzione, due anni, diverse centinaia di persone avranno un’occupazione. Ci sono anche queste cose da sottolineare, in una simile avventura“.

Subscribe
Notificami
guest

13 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'ex rossoblù Andrea Lazzari parla del match di stasera tra Cagliari e Juventus, tra presente...
Per essere decisivi per la propria squadra, non è necessario partire per forza da titolare:...
L'ex presidente del Cagliari Massimo Cellino, intervistato da La Gazzetta dello Sport, parla del match...

Dal Network

Lavoro parziale con la squadra per Milik. Solo personalizzato per Szczesny ...
Un altro indizio con Adriano Galliani protagonista, il futuro del Club si sta delineando sempre...

Altre notizie

Calcio Casteddu