Resta in contatto

News

Matri e l’addio al calcio su Instagram: “Grazie a tutti”

L’ex centravanti rossoblù ha voluto ringraziare e salutare tutti coloro che hanno creduto in lui tramite un sentito messaggio sui social

Alessandro Matri ha detto basta con il pallone, perlomeno quello giocato. In momenti come questi si vorrebbero dire e sentirsi dire tante cose, ma il social, nella fattispecie Instagram, è stato il mezzo utilizzato dallo stesso ex attaccante.

Le risposte, come quella di Radja Nainggolan, non si sono fatte attendere:

View this post on Instagram

Difficile descrivere le mie emozioni in questo periodo di isolamento, che per me era anche una pausa in attesa di trovare una squadra. Amici, sorrisi, litigi, pensieri e paure, rancori e gioie, vittorie e sconfitte dei miei 18 anni di carriera mi giravano per la testa senza trovare pace. Ho vissuto un sogno, quello che speri da piccolo e si trasforma in realtà. E’ strano come la conclusione di questo turbine di riflessioni sia uscito dalla mia bocca senza che quasi me ne rendessi conto, ma era lì, ed aspettava solo il momento giusto. Voglio ringraziare tutti: i tifosi, le società di calcio, tutte le persone che mi hanno affiancato e voluto bene, i miei procuratori, in particolare al grande Tullio Tinti, i compagni e gli allenatori, che mi hanno fatto sentire la loro presenza durante il mio percorso professionale, e inondato di messaggi in questi due giorni. Un grazie speciale a Federica, Sofia e Beatrice che mi riempiono la vita, e alla mia famiglia che mi sostiene sempre. Non so cosa mi aspetterà, ho tante idee, speranze e voglia di fare, ma un cosa è certa… non vi dimenticherò mai. Grazie! ❤ . . @acprato1908 (2004-05) @fclumezzanevgz.official (2005-06) @riminifootballclub (2006-07) @cagliaricalcio (2007-11) @juventus (2011-13) / (2015) @acmilan (2013-14) @acffiorentina (2014) @genoacfcofficial (2014-15) @official_sslazio (2015-16) @sassuolocalcio (2016-19) @brescia_calcio (2019-20) @azzurri (2011-15) . @tmpsoccer_official @starsonfield @mysoccervideoo

A post shared by Alessandro Matri (@alessandro_matri_32) on

23 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
23 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Peccato, bel giocatore, poteva fare di più di quello che ha fatto in carriera…

Karalis
Karalis
2 mesi fa

Se un giocatore giocasse in una società ambiziosa, che fa con meno delle altre ma che vuole crescere..probabilmente i calciatori cambierebbero meno
Invece il calcio per tante società è business, rientri, pareggi di bilancio. Intorno a questo scenario sono nati i procuratori, e la giostra è sempre in movimento
Una volta non si cambiava perché ognuno aveva quello che gli bastava , la vita in generale aveva basi diverse. E i presidenti di ogni società erano ambiziosi perche potevano permettersel

Karalis
Karalis
2 mesi fa
Reply to  Karalis

Scudetti a cagliari Bologna Verona Genova samp torino…non ne vedremo più
Ognuno , anche i calciatori, vive il tempo che deve vivere ..con le sue regole
Mon è giusto ne sbagliato, non hanno colpe e non ne ha chi li commenta ed ha qualche anno in più
È solo il tempo che cambia

Giambattista Lampis
2 mesi fa

No non doveva sbagliare doveva marcare come ha fatto, ma al posto di gioire sguaiatamente bastava alzare una mano in segno di rispetto verso i suoi ex tifosi, era il minimo che si potesse pretendere, è arrivato a Cagliari quando aveva marcato 5 gol in serie B, è stato messo nella condizione di crescere, supportato e poi acclamato, ha sempre sentito l’affetto dei tifosi al suo fianco, mai è stato sfiorato da alcuna polemica ne mai fischiato anche quando sbagliava, ora raccoglie quanto ha seminato

Giambattista Lampis
2 mesi fa
Reply to  Granese

in una vita da mercenario, nessuna tifoseria è legata a lui, ci sarà un motivo, certo ha percepito dei buoni ingaggi, si consoli con il denaro, ma l’amore non si compra con quello, l’amore nasce dal sentimento e la realtà dice che lui sentimentalmente non è legato con nessuna tifoseria. Quando si parlerà di lui sarà uno dei tanti, nelle nostre file invece abbiamo avuto tanti esempi di persone che si sono legate sentimentalmente al nostro popolo, ecco io amo ricordare quelli e non i vari Matri.

Fabrizio
Fabrizio
2 mesi fa
Reply to  Granese

Granese, ma quale mercenario !
La sua professione era calciatore e per quella riceveva la retribuzione, l’entità della quale la stabiliva il mercato .
Ci sono calciatori che cambiano tante squadre ( anche arricchendo le cedenti, come avvenne per la cessione di Matri, per inciso ), cosa dovrebbero fare ? Non esultare mai ?
Ai giovani bisogna insegnare che esultare è un’espressione di gioia per un gesto atletico non è un’ingiuria e non devono percepirla come tale .
Forza Cagliari Sempre !

Mirko
Mirko
2 mesi fa
Reply to  Granese

non sono d’accordo, preferisco che i calciatori esultino sempre e contro chiunque quando segnano, è il massimo del rispetto per la propria squadra. per gli avversari (sia calciatori che tifosi) e, in generale, per il GIOCO del calcio che, non dimentichiamolo, è un gioco, passione, e il gol rappresenta l’apoteosi di questa passione. La moda del non esultare spero sparisca in fretta, il rispetto non si misura con questa pratica antipatica per i tuoi attuali tifosi e compagni

Giambattista Lampis
2 mesi fa
Reply to  Mirko

Mirko il mondo è bello perché vario, io sono un sentimentale, tu sei un pragmatico, non è un offesa è un modo differente di vedere le cose, ciò non toglie che Matri ha vestito numerose maglie di squadre della serie A, in nessuna ha suscitato sentimenti, tutti hanno usufruito delle sue prestazioni, ma nessuna e ribatto nessuna tifoseria si è legata al predetto, è stato anche un buon calciatore, ha regalato soddisfazioni ma mai suscitato amore, ci sarà un motivo, forse è un mercenario?

Alessio Basciu
2 mesi fa
Reply to  Granese

Ma quali mercenari. Sveglia!!! Siamo nel 2020. Le bandiere sono finite da un bel po di tempo. Uno va dove ci sono i soldi. Perché se a te ti offrono più soldi per un altro lavoro rifiuti?

Alessio Basciu
2 mesi fa
Reply to  Mirko

Hai ragione in pieno. Al contrario se un giocatore che gioca per il Cagliari e fa gol contro una sua ex squadra e non esulta è proprio lì che vedo una mancanza di rispetto verso la propria squadra e i propri tifosi.

Giambattista Lampis
2 mesi fa
Reply to  Alessio Basciu

Alessio Basciu, inizio ad avere un’età nella quale il denaro non è più una cosa importante, vivo con quello che ho e ne sono felice, pertanto quando mi fai la domanda “Perché se a te ti offrono più soldi per un altro lavoro rifiuti?” forse si non lo so, bisogna vedere di cosa si tratta. Quando ero giovane giocavo fra i dilettanti, allora pagavano, non tanto ma pagavano, diverse volte ho ricevuto richieste da società di categoria superiore, con proposte in denaro invitanti, le ho rifiutate,

Giambattista Lampis
2 mesi fa
Reply to  Granese

sono trascorsi intorno ai 40 anni, qualcuno negli anni si ricorda di me mi manda i saluti tramite III° persone, se avessi acetato qualche proposta più remunerativa, forse avrei guadagnato alla fine della corsa un milione di lire in più l’anno, piò darsi anche 2 milioni, ma nessuno si sarebbe ricordato di me ne mi avrebbe mandato i saluti, vedi si da giovane in me esisteva il sentimento con quello ho vissuto e devo dire anche bene. Vedi con il tuo ragionamento Conti sarebbe dovuto andare via da

Giambattista Lampis
2 mesi fa
Reply to  Granese

Cagliari, forse avrebbe guadagnato di più, ma non avrebbe giovato dell’amore di noi tifosi e del riconoscimento della Società nei suoi confronti, gli è stata data un’opportunità lavorativa quando ha smesso, sarà impegnato per il futuro, vedi l’amore ripaga. Come ho detto a Mirko sono modi di vedere la vita, che reputo non vada vissuta solo in funzione del denaro. In quanto all’esultanza, dopo un solo mese o poco più fai gol a quelli che sono stati i tuoi compagni di stanza e fai quei gesti, mah!

Alessio Basciu
2 mesi fa
Reply to  Granese

Granese. Erano altri tempi. Belli e romantici. Non torneranno mai più purtroppo. Conti è un caso a parte. Ma parliamo di Matri che è andato via da Cagliari per andare alla Juventus. Ha avuto un picco massimo per poche stagioni….poi caduta libera. Magari come se rimaneva in Sardegna giocava ancora e godeva di stima ancora più maggiore. Ma ha preso un treno che passa una sola volta nella vita. Sicuramente anche per un bel po’ di denaro.

Shardancast
Shardancast
2 mesi fa
Reply to  Granese

“… mai è stato sfiorato da alcuna polemica ne mai fischiato anche quando sbagliava,” in realtà non è proprio così, c’era chi non lo sopportava e gli rimproverava di non tornare a difendere. Uno che conosco gliene diceva di tutti i colori quando giocava qui a Cagliari, e non era il solo.

Fabrizio
Fabrizio
2 mesi fa
Reply to  Granese

Granese, Matri arrivò dalla C ( Rimini ), vedeva poco la porta però era un calciatore, da noi il suo l’ha fatto ed il Cagliari cedendolo ha incassato molto .
Se per una volta ha sbagliato, pazienza, in fondo non ha ucciso nessuno.
Non drammatizziamo .
Forza Cagliari Sempre !

Fabrizio
Fabrizio
2 mesi fa
Reply to  Fabrizio

…. vedeva poco la porta quando arrivò, però un calciatore di qualità, molto accreditato .
Forza Cagliari Sempre !

Giambattista Lampis
2 mesi fa
Reply to  Fabrizio

Fabrizio Il Rimini giocava in B non in C e Matri fece 5 gol in quella categoria, era di proprietà del Milan e aveva Galliani come suo personale sponsor, credeva in lui e lo raccomandò a Cellino, effettivamente aveva ragione in quanto poi il Cagliari l’ha valorizzato e ceduto con lauto guadagno.

Shardancast io questo tifoso da te menzionato non ho il piacere di conoscerlo, ma Matri a Cagliari non ha mai subito contestazioni, questa è la storia.

Shardancast
Shardancast
2 mesi fa
Reply to  Granese

Contestazioni no, ci mancherebbe stava sempre segnando. Ma a una buona parte della piazza stava sulle palle prima di passare alla juve, ed anche questo è un fatto.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Secondo me poteva fare molto più di quello che ha fatto si e bruciato e spento troppo in fretta

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Sono solo presuntuosi non tifosi..certi tifosi non cumprenditi mancu acomenti e fattu su bassinu

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Non riuscirò mai a capire l’astio che presunti tifosi del Cagliari hanno verso Matri, fu venduto da Cellino , il Cagliari incassò un sacco di soldi, alla partita successiva segnò due goal e quindi? Doveva sbagliare apposta? Ma come cavolo ragionano certi presunti tifosi?

Fabrizio
Fabrizio
2 mesi fa

Condiviso pienamente .
Forza Cagliari Sempre !

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Un grandissimo ed indimenticabile giocatore utilissimo in ogni momento e mai domo. Grande Pepe"

Gigi Riva

Ultimo commento: "Oggi che ho una certa età, la figura di Riva per me rappresenta il ricordo di un'infanzia vissuta di pari passo con una squadra di calcio che ti..."

Giampietro Piovani

Ultimo commento: "Cosa de maccusu, anche io volevo parlare di Piovani."

Mario Brugnera

Ultimo commento: "

Ops dal Carbonia😉

"

Carmine Longo

Ultimo commento: "Fu un grande Ds. Onore a Carmine Longo."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News