Resta in contatto

News

Coronavius, la retromarcia di Sileri: “Si può vedere una persona se è l’unica cara in città”

Il vice ministro della Salute cambia idea nel giro di poche ore sulle parole espresse ieri in merito agli affetti definiti dal governo, stabili

Ieri una dichiarazione riportata (QUI) all’interno del nostro notiziario quotidiano sull’andamento in Sardegna e in Italia del Coronavirus, poche ore dopo un’altra diversa. Il vice ministro della Salute Pierpaolo Sileri, è tornato sui suoi passi, passando da Anche un’amicizia è un affetto stabile, a volte chi si sposta da una città all’altra stabilisce degli affetti con degli amici che sono spesso migliori di quelli con alcuni familiari, diciamoci la verità”, ad un discorso abbastanza diverso.

LE PAROLE DI SILERI. “Si può parlare di affetto stabile, se si tratta di un partner o dell’unica persona cara che abbiamo in città. Il Dpcm chiarirà, ma io credo che affetto stabile è responsabilità. Significa non andare a trovare un amico solo per fare due passi, ma avere a cuore la sua salute e la nostra”. 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News