Resta in contatto

News

Moriero: “Quando andai via da Cagliari piansi. Mi chiamavano ‘su pippiu'”

Moriero

Ai microfoni dei colleghi di CalcioLecce l’ex tornante rossoblù ha ripercorso la sua breve, ma intensa avventura con la maglia numero sette

ARRIVO IN SARDEGNA. “Arrivò l’offerta del Foggia di Zeman. Il Lecce aveva già l’accordo per 4 miliardi, io non volevo andare. Poi arrivò la chiamata del Cagliari, c’era Mazzone in panchina. Mi fece: ‘a ‘ndo vai, vieni con me, farai la tua carriera’. Cellino mi pagò 5 miliardi e mezzo. Una cifra impressionante per l’epoca. Arrivai lì e non mi trovavo bene. Per me il calcio era il Lecce. Io ero questo: vedevo solo Lecce per il calcio”.

L’ESPLOSIONE DOPO LE DIFFICOLTA’. “Longo mi chiamò e mi disse ‘abbiamo sbagliato acquisto, vediamo di farti tornare a Lecce. Lì fui colpito nell’orgoglio. Indossai sotto la casacca da gioco una maglietta che mi fece mamma con la foto dei miei genitori e della mia ragazza. Pensavo di avere addosso la maglia del Lecce. Mi sbloccai anche a Cagliari e fu una stagione bellissima con Pusceddu, Matteoli, Francescoli. Grandi giocatori. Sulla carta eravamo normali ma vincevamo a Torino, battevamo anche l’Inter. Quel Cagliari lo ricordano tutti.

L’AVVENTURA EUROPEA. “L’anno dopo andammo in Coppa UEFA, fu la prima esperienza. Sfiorai il mondiale di USA’94 giocandomi fino alla fine la convocazione con Nicolino Berti. Vincemmo a Torino il Quarto di Coppa dopo un rigore per loro scandaloso. Nella semifinale ci fu l’Inter e perdemmo il doppio confronto”

LA FINE DELL’AVVENTURA. “Quando andai via da Cagliari piansi come quando andai via da Lecce. Tutti mi avevano dato tanto, ero il loro bambino. A Lecce ero ‘lu piccinnu’, a Cagliari ero invece ‘su pippiu'”.

49 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
49 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News