Resta in contatto

News

Truzzu: “A rischio tenuta sociale. Risorse e reddito di dignità a burocrazia zero”

Comunicato stampa da parte del primo cittadino cagliaritano sull’emergenza Coronavirus in Sardegna

TIMORI. “Il Governo dia subito risorse ai comuni, altrimenti sarà a rischio la nostra tenuta sociale. Ho centinaia di segnalazioni di enorme disagio. Ci sono situazioni difficilmente gestibili. Siamo alla fine del mese, la quarantena dura ormai da molte settimane, la gente resta a casa e l’economia è ferma: non ci sono i soldi per pagare le bollette, gli affitti, i materiali per le lezioni a distanza, incombenze di ogni genere. So di famiglie che centellinano gli euro per fare la spesa, in una situazione di grande dignità e nel rispetto delle regole imposte dalla quarantena per prevenire i contagi, ma qui dobbiamo fare in modo che la gente più bisognosa abbia di che nutrirsi. Mi scrivono genitori che non hanno i soldi per permettere ai figli di seguire le lezioni a distanza, per comprare anche la cartoleria necessaria per gli studi. C’è anche un problema di pari opportunità educative che francamente non può essere ignorato“, sostiene il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu, manifestando apprensione per la criticità della situazione.

MISURE. “In questo lungo e drammatico periodo abbiamo fatto umanamente l’impossibile: messa in campo una grande organizzazione con tutti i servizi dell’Amministrazione a disposizione del cittadino. Abbiamo rinviato tasse e tributi locali, stretto accordi con diverse associazioni di volontariato laiche e legate alla Chiesa, alle associazioni di categoria, per fornire pasti gratis, fare e consegnare la spesa. Abbiamo messo a disposizione le nostre strutture dei servizi sociali per dare aiuto psicologico. Senza contare l’enorme aiuto arrivato dai cittadini comuni che si sono messi a disposizione nel dare aiuto ai più bisognosi. Ma da soli con le nostre sole forze non riusciamo. Le difficoltà sono diverse: dalle partite iva, al commercio, ai liberi professionisti, fino ai soggetti ai margini della povertà: l’appello che faccio al Governo è muoversi immediatamente. Se da un lato serve rimandare ogni scadenza, contrattando con le banche, dall’altro, senza risorse fresche, non potremo garantire i servizi essenziali che sono il Tpl, i servizi sociali,la raccolta dei rifiuti, il contrasto complessivo alla povertà. Serve, entro pochi giorni, una grande iniezione di liquidità e una sorta di assegno di dignità che può essere quantificato anche in 1.000 euro, a burocrazia zero, con un click, per tutti. Dobbiamo aiutare i nostri concittadini a superare la buriana e dobbiamo farlo insieme: Governo, regioni, comuni. Sto studiando misure emergenziali da mettere in campo per venire incontro soprattutto alle situazioni peggiori, ma da soli è impossibile farcela: occorre che il Governo si muova quanto prima” ha concluso Truzzu.

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Basta non sperperare i soldi oh concali

Pina Garau
Pina Garau
2 mesi fa

E con quali istituzioni dovrebbe mettersi d’accordo?

Pina Garau
Pina Garau
2 mesi fa
Reply to  Pina Garau

Adesso è attivo il numero per comunicare con la Regione.

Franck
Franck
2 mesi fa

I buoni spesa statali sono una cosa buona e giusta,per chi ha delle vere difficoltà 👏Truzzu prenda nota e distribuisca a chi ne ha bisogno veramente😉

CASTEDDAIU
CASTEDDAIU
2 mesi fa

Sindaco, in attesa di quanto erogato dallo stato ai comuni col nuovo decreto, prenda esempio dalla sindaca di Pula e faccia come lei! Poi dice che servono risorse fresche altrimenti non sarete in grado di assicurare i servizi essenziali fra cui il ritiro dei rifiuti? I soldi che noi cittadini paghiamo di TA.RI. e quelli dei proventi del riciclo dei rifiuti non sono sufficienti? O magari li deve utilizzare per fare il tunnel da piazza Yenne al mercato di S.Benedetto? Urgono fatti e non proclami!

Giovanni A
Giovanni A
2 mesi fa

Bravo bravo bravo.
Sono perfettamente d’accordo con te.
👍

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Grande Pepe..."

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Ricordo quel grande Cagliari seppur 12enne...È stato la colonna sonora della mia crescita e della mia vita. Ancora oggi ripenso alla immensa fortuna..."
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Un 6 posto grandioso che purtroppo non fruttò la qualificazione Uefa perché all'epoca avevamo solo 2 squadre qualificate se non sbaglio..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Non dimenticherò mai le sue lacrime durante il suo ultimo giro di campo. Grande Cappio"

Carmine Longo

Ultimo commento: "È vero, Arrica è stato il più grande ma venne favorito da Angelo Moratti che foraggiava il Cagliari affinché Riva non andasse alla Juve. Gran..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News