Resta in contatto

Cagliari 1920 - 2020

Il primo torneo interregionale, poi il crack: il Cagliari fallisce

Dal 1930 al 1939: prosegue il nostro cammino che ci porterà a toccare tutte le tappe più importanti dei cento anni della storia rossoblù. Il primo torneo ufficiale e il fallimento

Il Cagliari continua a crescere, e dopo le prime gare ufficiali, arriva anche il primo torneo interregionale. Nel 1930, la squadra rossoblù si iscrive alla Divisione Meridionale, nel girone umbro-laziale. La squadra raggiunge le finali, ma perde contro Lecce, Palermo e Foggia, conquistando poi il 5° posto. Al termine di quell’esperienza, arriva un nuovo tecnico: si tratta di Ernest Erbstein, ungherese, ma in Italia già da diversi anni: sarà l’artefice del primo vero successo del Cagliari, con la vittoria del girone F di Prima Divisione e l’accesso, per la prima volta, al campionato di Serie B.

I PRIMI GUAI. Non tutto però procede secondo i programmi, e a causa della mancanza di risorse la società è costretta a cedere le pedine migliori, tra cui anche il tecnico ungherese. Cambia pure il presidente: viene eletto Aldo Pacca, ma la società, dopo continui problemi, fallisce. Nel 1935, il Cagliari retrocede in Serie C e la società è costretta a sciogliersi a causa dei molti debiti accumulati. Da quelle ceneri nasce l’Unione Sportiva Cagliari: si riparte dal Campionato regionale sardo.

SI RIPARTE. Nel 1937 il club si iscrive al campionato di Serie C, ma le cose non vanno per niente bene: per poco non arriva una nuova retrocessione. Nel 1938, il presidente di allora, Mario Benditelli, richiama Winkler alla guida tecnica e riesce a trascinare i rossoblù al raggiungimento del quinto posto finale. Nel 1939 il nuovo addio di Winkler, ma grazie al tecnico-giocatore Mariolino Congiu, la squadra si piazza al sesto posto. Tutto ciò, prima che la Seconda guerra mondiale fermi i campionati di calcio.

Nel frattempo, il presidente Banditelli abbandona la società. L’attività sportiva va avanti, ma solo con tornei regionali.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Grandissimo Herrera!!! Garra uruguagia, cuore rossoblu."

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Ricordo quel grande Cagliari seppur 12enne...È stato la colonna sonora della mia crescita e della mia vita. Ancora oggi ripenso alla immensa fortuna..."
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Un 6 posto grandioso che purtroppo non fruttò la qualificazione Uefa perché all'epoca avevamo solo 2 squadre qualificate se non sbaglio..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Non dimenticherò mai le sue lacrime durante il suo ultimo giro di campo. Grande Cappio"

Carmine Longo

Ultimo commento: "È vero, Arrica è stato il più grande ma venne favorito da Angelo Moratti che foraggiava il Cagliari affinché Riva non andasse alla Juve. Gran..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Cagliari 1920 - 2020