Resta in contatto

Rubriche

Poco, ma buono – Mauro Nardini

Per molti verrà probabilmente ricordato come poco più di una meteora, ma il centrocampista di Massa fu molto di più in sole due stagioni con la maglia rossoblù

Quando arrivò in Sardegna nell’estate del 1990 furono in parecchi a storcere il naso. Il Cagliari, a detta di questi, aveva bisogno di ben altri rinforzi per affrontare il primo campionato di serie A dopo diversi anni di assenza.

Ed invece bastò il ritiro di Roccaporena per consentire a Claudio Ranieri di apprezzare le qualità di grande combattente, di cursore magari non raffinatissimo, ma inesauribile.

Mauro Nardini di professione centrocampista divenne così una pedina importante, fondamentale nello scacchiere tattico del tecnico romano.

Ma anche con Sor Carletto Mazzone le cose non cambiarono di certo. Il buon Nardo, diventato pure idolo della curva Nord, da il suo grandissimo contributo. Difensore esterno o centrocampista il risultato è il medesimo: corsa, grinta e agonismo.

L’unico cruccio furono i zero goal realizzati in 64 presenze, se non un’autorete provocata da una sua bordata da fuori area in una partita interna contro il Torino.

Dopo due salvezze brillanti arrivò la cessione al Fidelis Andria, in serie cadetta. Possiamo senza dubbio annoverare anche Mauro Nardini tra coloro che con la maglia rossoblù hanno fatto bene, anche se la permanenza in Sardegna non è stata lunga.

11 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
11 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

Onesto fluidificante di serie a e grande professionista.

Fabrizio
Fabrizio
7 mesi fa

Se non ricordo male, acquistato come terzino fu poi utilizzato, almeno per un periodo, come esterno d’attacco .
Ma forse lo confondo con Lucenti .
Forza Cagliari Sempre !

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

Grande latin lover. Come terzino, invece, non era male.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

Un buon laterałe, façeva con costanza il suo…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

Molto propositivo e personalità come esterno

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

Forte e propositivo sia a Barletta che a Cagliari, un signor laterale.

Sandro
Sandro
7 mesi fa

Grandissimo….ho sempre una sua maglia…la numero 3 custodita nel cassetto…abita nella mia stessa città…MASSA…

Pepe Mujica
Pepe Mujica
7 mesi fa

Bravissimo. Chiedo formalmente alla redazione di intervistare le vecchie glorie RB fino al martedì. Timu is mazzinas, deusu si’ndi scampiri a su casteddu e a mei!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

Una bella imbriaghera

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

Fantastico

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

…. fu acquistato dal barletta insieme a di bitonto, ranieri lo invento ‘ terzino sinistro(era un cejtrocampista di fascia) dopo aver rinunciato a maurizio poli, titolare durante il campionato di b . Si adatto’ bene al nuovo ruolo e comunque era molto dinamico e veloce.

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Fu il miglior rigorista del Cagliari"

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Ricordo quel grande Cagliari seppur 12enne...È stato la colonna sonora della mia crescita e della mia vita. Ancora oggi ripenso alla immensa fortuna..."
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Un 6 posto grandioso che purtroppo non fruttò la qualificazione Uefa perché all'epoca avevamo solo 2 squadre qualificate se non sbaglio..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Non dimenticherò mai le sue lacrime durante il suo ultimo giro di campo. Grande Cappio"

Carmine Longo

Ultimo commento: "È vero, Arrica è stato il più grande ma venne favorito da Angelo Moratti che foraggiava il Cagliari affinché Riva non andasse alla Juve. Gran..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche