Resta in contatto

Approfondimenti

Ceppitelli e Pisacane, due episodi sfortunati non macchiano un grande avvio

Nonostante si siano divisi le responsabilità sugli ultimi due gol decisivi subiti dai rossoblù i due centrali si stanno dimostrando una coppia affiatatissima

LA COPPIA. Uno scivolone contro il Verona e un’autorete contro la Roma. Se ci si fermasse solo agli highlights delle ultime partite diremmo che il Cagliari ha lasciato quattro punti per colpa dei suoi due centrali, invocando un poco oculato mercato di riparazione e biasimando le scelte estive. Fortunatamente le gare durano più di novanta minuti (qualche volta anche cento, come stiamo vedendo ultimamente) e perciò il giudizio merita ben altro approfondimento oltre ai singoli episodi. Ecco perché la coppia Pisacane-Ceppitelli, dopo le prime sette giornate di campionato, si sta affermando come una delle meglio assortite in Serie A.

CHE INTESA. Alla prima giornata era apparso abbastanza chiaro come Klavan-Ceppitelli fosse un duo troppo monotematico e macchinoso per coesistere da coppia fissa. L’inserimento del più rapido Pisacane ha fatto cambiare volto alla difesa, molto più equilibrata e agile della prima disastrosa uscita stagionale con il Brescia. Il difensore partenopeo si è dimostrato l’uomo giusto al momento giusto nella retroguardia cagliaritana, sia al fianco del capitano che dell’estone Klavan come contro il Napoli. Ma è con Ceppitelli che si sono viste le cose migliori e i numeri lo confermano: il ventitrè rossoblù è settimo nella classifica delle palle recuperate in Serie A con 95, l’ex Avellino invece si assesta al dodicesimo posto con 90. In pratica, tra i difensori, solo la coppia Iacoponi-Alves ha fatto di più.

GLI ALTRI. Il duo Pisacane-Ceppitelli sembra aver fatto un salto di qualità notevole rispetto allo scorso anno, complice anche una mediana ampiamente migliorata e con tante alternative di ottimo livello. Se poi Maran può contare sul Klavan del San Paolo allora anche in difesa è più facile fare delle rotazioni, mentre è tutto ancora da vedere il polacco Walukiewicz. Il problema nei centrali resta la coperta corta, con una batteria di soli quattro uomini che potrebbe costringere ad aggiustamenti molto forzati in determinate occasioni. Intanto il “Cap” e “Pisadog” al momento sono una certezza assoluta, anche a dispetto della sfortuna.

20 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
20 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "ha solo seguito gli ordini del presidente: RETROCEDERE"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti