cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Olbia: è l’ora del campionato. Anche gli ex Cagliari Crosta, Lella, Biancu e Doratiotto per il salto di qualità

I bianchi, dopo la non facile salvezza ottenuta la scorsa stagione, vogliono sollevare l’asticella con il confermato Mister Filippi. Esordio domani a Siena

OLBIA – Archiviata la Coppa Italia, che ha visto il passaggio del turno della Ternana, in un raggruppamento (dove c’era anche il Rieti) in casa Olbia è l’ora del campionato, con i bianchi impegnati sempre nel Girone A della Serie C. I galluresi, dopo una salvezza a tratti difficile, colta nella scorsa stagione, ripartono con una diversa ambizione.  Per rafforzare la squadra del confermato tecnico Michele Filippi, sono arrivati La Rosa (al rientro dopo aver lasciato l’Arzachena) Verde, Doratiotto e Pitzalis a titolo definitivo  dal Cagliari, mentre per Crosta, Lella e Biancu, si tratta di un prestito e Zugaro dall’Inter. A disposizione inoltre Parigi ex Paganese, Mastino di ritorno dal prestito al Gavorrano, oltre a Martiniello dalla Reggina.

Riscattato invece dal Cittadella Dalla Bernardina. Non ci sono più Senesi, passato al Venezia, Marson accasatosi al Cesena, lo svincolato Mossa, Romboli rientrato per fine prestito al Livorno, Ragatzu, Ceter, Pinna e Caligara, di ritorno al Cagliari, ma col colombiano passato in B al Chievo Verona e l’ex Juventus al Venezia, Bellodi al Milan, Peralta ora del Novara e Maffei, di nuovo al Pisa.

LE PAROLE DEL VICE FILIPPI, RAINERI. Domani si riparte dal match in casa della Robur Siena, con Dal Canto in panchina al posto dell’ex Miniani. Un match che il vice allenatore dell’Olbia, Luca Raineri presenta così, nelle parole riportate dal sito ufficiale: “Ci aspetta una gara dura, questo lo sappiamo, abbiamo grande fiducia nei nostri. A Siena, contro una squadra candidata insieme al Monza a vincere il girone, andremo a giocarcela senza paura. Per questa nuova stagione abbiamo cambiato tanto, ma senza dubbio ritroviamo un’ideale continuità nello spirito con il quale i ragazzi approcciano la gara: ovvero giocando con intensità, lottando su ogni pallone, non risparmiando la minima energia. Con questo atteggiamento l’Olbia può far male a chiunque”.

IL TWEET DEL PRESIDENTE DELL’OLBIA MARINO

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Già oggi, col posticipo tra Recanatese e Cesena, potrebbe arrivare la sentenza definitiva del ritorno...
Il club gallurese spera nei play-out evitando la retrocessione diretta in D per fare il...

La cessione a titolo definitivo di Nunzio Lella al Venezia è stata inattesa, per la...

Dal Network

L'ex campione del mondo da giocatore con l'Italia nel 2006, prende il posto dell'esonerato in...
La squadra di Juric, squalificato e sostituito da Paro in panchina, e quella di Di...

Altre notizie

Calcio Casteddu