cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

L’Italia femminile esce a testa alta dal mondiale battuta 2-0 da una Olanda più forte

La sconfitta subita nei quarti a Valenciennes non cancella ma anzi fa crescere la consapevolezza che la squadra della Bertolini ha comunque un futuro

Finisce il sogno mondiale dell’Italia. Ad interromperlo nei quarti giocati a Valenciennes, una Olanda campione d’Europa, più forte, che si è imposta 2-0. Il saluto alla competizione non sminuisce, ma anzi aumenta la consapevolezza che la nazionale (tornata a giocare una fase finale di un mondiale dopo 20 anni esatti) allenata da Milena Bertolini ha un futuro. Il calcio femminile infatti da questo campionato iridato in Francia non può che crescere e non poco, anche come spettatori.

LA PARTITA. Come è consuetudine le olandesi partono forte, ma la difesa azzurra regge l’urto senza patemi. A creare la prima seria opportunità al 18′ sono però le azzurre con la Bergamaschi, che però perde l’attimo davanti alla Van Veenendaal, la quale ha facile presa del suo pallonetto. Dopo un brivido (34′) per una lettura errata della Cernonia, che favorisce la Van de Sanden, che però trova un’ottima Gama, due minuti dopo arriva un’altra palla gol per l’Italia: Giacinti riceve sulla sinistra dell’area di rigore, diagonale rasoterra mancino che purtroppo va fuori a meno di un metro dal secondo palo. Nel 2′ di recupero Scambio in area tra Miedema e Martens, ma  Giuliani è perfetta nell’uscita.

DOPPIA MAZZATA IN POCHI MINUTI. Anche nel secondo tempo l’Olanda inizia forte e crea tre occasioni con Miedema al 4′, Mertens un minuto dopo (Giuliani attentissima) e quindi al 6′ con la Groenen. Italia in difficoltà fisica. La Bertolini (10′) inserisce la Sabatino al posto di una Bonansea esausta. Arriva però il vantaggio delle olandesi, nato da una punizione dubbia al 25′ battuta dalla tre quarti di sinistra con palla che la Miedema  aggancia di testa e manda il pallone dove l’incolpevole Giuliani non ci può arrivare. La superiorità si fa evidente e le ragazze del CT Sarina Wiegman raddoppiano al 35′ ancora su palla inattiva. Stavolta è Vander Gragt a saltare altissima e mettere in rete di testa. Di fatto la gara finisce qui.

L’Italia saluta a testa alta, nonostante questa sconfitta, il mondiale che l’ha vista vincere il girone eliminatorio davanti All’Australia e Brasile, mentre l’Olanda raggiunge la semifinale e in serata conoscerà il nome della sua avversaria: una tra Germania e Svezia.

Subscribe
Notificami
guest

6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

A San Siro la squadra di Gasperini va sotto poi rimonta e porta a casa...
Ieri i viola hanno eliminato ai rigori il Bologna. Domani sera in programma Juventus-Frosinone ...
Le otto squadre rimaste in lizza si sfideranno tra domani e giovedì sempre con gare...

Dal Network

Lo scontro diretto termina a favore dei pugliesi. In apertura di gara annullato a Cerri...
Dopo l’intervista nel post partita dei biancocelesti vittoriosi 4-1 alla cenerentola Salernitana del giocatore, interviene...
La società giallorossa ha messo in vendita i biglietti dei posti “a ridotta visibilità” di...

Altre notizie

Calcio Casteddu