Resta in contatto

News

Qualificazioni Euro 2020, Italia in scioltezza: Grecia battuta 3-0. In gol anche Barella

Allo stadio Spyros Louis di Atene gli ottengono la terza vittoria di fila nel girone dopo aver sconfitto Finlandia e Liechtenstein e volano nel Girone J

GRECIA (3-5-2): Barkas; Siovas, Manolas, Papastathopoulos; Samaris (33’ st Bakasetas), Zeca, Kourbelis (1’ st Siopis), Fortounis, Stafylidis; Kolovos (1’ st Mavrias), Masouras. A disp.: Vlachodimos, Paschalakis, Kotsiras, Durmishaj, Koulouris, Pelkas, Valerianos, Mantalos, Koutris. All.: Anastasiadis

ITALIA (4-3-3): Sirigu; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Emerson Palmieri (23’ st De Sciglio); Barella, Jorginho, Verratti (36’ st Pellegrini); Chiesa, Belotti (39’ st Bernardeschi), Insigne. A disp.: Cragno, Gollini, Mancini, Kean, Romagnoli, Sensi, Pavoletti, Quagliarella, Cristante. All.: Mancini

ARBITRO: Taylor (Inghilterra)

RETI: 23’ pt Barella, 30’ pt Insigne,  33’ pt Bonucci

AMMONITI: Samaris, Verratti,  Masouras

3-0 alla Grecia e obiettivo tris per l’Italia nella strada verso Euro 2020 centrato. Battute Finlandia e Liechtenstein, anche la squadra ellenica è sconfitta nettamente allo stadio Spyros Louis di Atene.  Barella, che sigla la rete che sblocca la contesa, e compagni blindano la vetta del Girone J, portandosi a quota 9 punti e allungando su tutte le rivali.  Solo panchina per Pavoletti (che potrebbe entrare nella ripresa) e Cragno.

Avvio aggressivo dei padroni di casa, che però al 5’ si salvano sulla provvidenziale chiusura di Zeca, che favorisce il suo portiere prima che Belotti possa far male. Al 14’ Barkas in uscita toglie letteralmente il pallone dalla testa di Chiellini, pronto a spizzare la sfera in rete, dopo aver ricevuta palla dal bel taglio di Jorginho. Richiamato più volte da Mancini sulla posizione da tenere in campo, Barella cerca di cambiare marcia alla sua gara e al 17’ obbliga Samaris al fallo da ammonizione. Serataccia per Barkas, costretto a raccogliere la palla dal fondo del sacco per la terza volta al 33’ per la siglatura di Bonucci, il quale sovrasta Papastathopoulos e insacca il suggerimento da parte di Emerson Palmieri.

TRIS AZZURRO IN POCHI MINUTI. Insistono gli azzurri, che sfiorano la rete al 21’ con Belotti e poi sigla il gioiellino rossoblù vicino al passaggio all’Inter che, sull’assist dell’attaccante del Torino che fa fuori Manolas, sigla il vantaggio al 23’. L’aver sbloccato il punteggio regala serenità agli azzurri, che al 30’ con una perla di Insigne, bravo rubare palla a un Manolas in difficoltà e, una volta entrato in area, fulmina il portiere dei greci con un fantastico destro a giro. Prima dell’intervallo (43’) prima Barella quindi Insigne, sfiorano la quarta rete.

Nel secondo tempo l’Italia controlla agevolmente la partita. Barella (8’) cerca senza fortuna la doppietta personale, quindi l’arbitro inglese Taylor grazia Samaris del rosso, per un brutto intervento su Jorginho. Sirigu, spettatore non pagante per oltre un’ora è strepitoso al 24’ nell’evitare il gol avversario di Fortounis.  Un minuto proteste dei greci per un intervento falloso col braccio di Chiellini (ma assolutamente involontario) ma Taylor fa proseguire. Al 30’ cioccolatino suntuoso di Chiesa per Insigne, il quale in area calcia il destro che colpisce in piena pancia Barkas e il 4-0 non arriva per un non nulla, come al 36’ con Chiesa e soprattutto al 42’ con Florenzi, che trova la grande parata di Barkas alla sua classifica conclusione balistica, che manda la palla in angolo.  Infine (44’) ancora protagonista il portiere ellenico, che evita il quarto gol, con una parata a mano aperta sul tiro di Insigne.

GIRONE J. Negli altri due incontri giocati sempre oggi si sono registrati i successi (a sorpresa) della Finlandia per 2-0 sulla Bosnia Erzegovina, grazie alla doppietta di Pukki, in rete nella ripresa al minuto 11 e al 23’, mentre l’Armenia non ha avuto difficoltà nell’avere la meglio 3-0 sul Liechtenstein, effetto delle marcature siglate da Gazaryan al 2’, Karapetyan al 18’ e infine da Barseghyan nel recupero, al 46’.

 

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "Bravo, ma senza "garra"!"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."

Mazzarri, i lettori di CalcioCasteddu vogliono finire la stagione con il tecnico

Ultimo commento: "In ogni caso,ce la siamo scappati lo scorso anno, per il rotto della cuffia. La Salernitana, grazie a Nicola, provvidenziale il cambio,Colantuono è..."

(SONDAGGIO) Keita, merita una chance dall’inizio a Udine?

Ultimo commento: "Sii,Keita e Pereiro...un po di panchina per Joao la papera"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"Bonimba", uno dei più forti attaccanti rossoblu

Roberto Boninsegna

Altro da News