Resta in contatto

News

Il Bologna chiude la stagione battendo 3-2 il Napoli

Gara avvincente con gli uomini di Mihajlovic sul 2-0 Santander e Dzemaili prima delle reti di Ghoulam e Mertens. Nel finale la doppietta del paraguaiano

Un Bologna salvo matematicamente, al termine di una grande rimonta targata Mihajolovic si impone 3-2 al Dall’Ara sul Napoli di Ancelotti secondo in classifica. Risultato tutto sommato giusto, al termine di una partita che ha offerto la prima emozione dell’incontro arriva al 7’, con l’ex Verdi che fa partire un tiro col sinistro, che sfiora la porta difesa da Skorupski. Al 14’ ci prova anche Insigne con la sua solita giocata dal limite, ma destro a giro solo pochi millimetri. La squadra di casa crea qualche giocata da applausi ma fino al 27’, quando Santander sfiora la rete con un colpo di testa da centro area, Karnezis non è mai impegnato.  Il portiere degli azzurri, perde la sfera sull’angolo battuto da Soriano (32’) e arriva un nuovo corner con ancora Karnezis fondamentale nel salvarsi dalla marcatura, respingendo la velenosa battuta di Lyanko.

BOLOGNA AVANTI POI LA RIMONTA. Insistono i felsinei, che con Orsolini grazia il Napoli veramente di un non nulla sulla splendida imbeccata di Palacio, che al 43’ regala una bella palla a Santander, il quale stavolta non fallisce l’appuntamento con il gol. Gli ospiti accusano la rete, non difendono a dovere e Dzemaili approfitta della situazione per raddoppiare nel primo minuto di recupero concesso dall’arbitro Di Paolo, superando Karnezis, con un sinistro imprendibile.

Nel secondo tempo sfida riaperta su segnalazione del VAR, che al 12’ induce il direttore di gara ad indicare il centro del campo (dopo aver inizialmente annullato la rete su segnalazione di un assistente) per decretare regolare la marcatura di Ghoulam, alla prima siglatura della stagione. Nessuna decisione invece tre minuti dopo sul contatto in area del Napoli, tra Palacio e Albiol. Al 27’, l’algerino ci riprova dopo il gol precedente, ma stavolta Skorupski non si fa sorprendere. Il 2-2 è però nella’aria e al 34’ lo insacca Mertens non sbaglia da due passi, perfezionando il suggerimento da parte di Younes. Non è finita: infatti al 40’ i partenopei sfiorano il 3-2 con il palo di Zielinski, mentre tre minuti dopo (nel momento migliore degli avversari, Santander fa esplodere per la terza volta il dall’Ara, siglano il gol della vittoria con suntuoso colpo di testa in torsione che infila la palla dove Karnezis non ci può arrivare.

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "A me piacerebbe Zanetti e in d.s. in gamba e Giuliani che li facesse lavorare in pace"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News