Resta in contatto

News

La Roma rallenta la corsa alla Champions: il Genoa le impone 1-1 nel recupero

Il gol realizzato nel finale da El Shaarawy illude i giallorossi. Oltre il 90’ Romero pareggia la sfida poi però Sanabria si fa parare un rigore da Mirante

1-1 a Marassi  nel primo dei tre posticipi della trentacinquesima giornata tra Genoa e Roma, che si chiuderà con NapoliCagliari in programma alle 20.30 e domani (alla stessa ora) con MilanBologna. Finale incredibile tra rossoblù e giallorossi, con il Genoa pareggia e fallisce il gol della vittoria al 51’. Già tante le emozioni nella prima frazione di gioco. Al 4’ Veloso colpisce il palo, mentre al 15’ sfiora la rete con un mancino da 30 metri che fa la barba al palo. Botta e risposta nel giro di due minuti.

Infatti al 19’ grande intervento di Radu sul colpo di testa a botta sicura di Fazio, quindi al 21’ dall’altra parte destro ad incrociare di Lapadula, palla di poco fuori. Col passare dei minuti è la squadra di Ranieri ad alzare l’intensità del match presentandosi con più continuità verso la porta dei rossoblù con la traversa sfiorata da Dzeko sull’errore di Criscito (32’) con il bosniaco poco fortunato in precedenza anche al 24’. Al 33’ Lapudula grazia Mirante dal gol, cosa che dall’altra parte al 39’ capita incredibilmente a Pellegrini. Prima dell’intervallo (45’) Romero sfiora l’1-0.

EL SHAARAWY E ROMERO. Nel secondo tempo sempre la Roma a proporsi, con Radu che al 12’ alza sopra la traversa, il tentativo da parte di Zaniolo. Doppia opportunità per il vantaggio Genoa tra il 17’ e il 21’, entrambe le volte con Lapadula, il quale prima ci prova con la rovesciata che grazia Mirante, quindi con il destro al volo che non si insacca per pochissimo.  A 9’ dalla fine arriva la rete siglata dall’ex di turno, che stava per uscire e far entrare Pastore, ma che risolve un brutto momento complice anche la marcatura non certo perfetta da parte di Birsachi su Dezko che effettua un assist di grande importanza.

Ma il Genoa ha il merito di non mollare, nonostante il gol subito e, nel primo dei 4’ di recupero Romero ha la meglio su tre avversari nello stacco di testa che mette il pallone nel sacco. Al 51’ Mazzoleni induca il dischetto per fallo di Mirante su Sanabria. Dal dischetto l’attaccante ex di turno si fa ipnotizzare dal portiere avversario.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News