Resta in contatto

News

L’Atalanta soffre ma batte 2-0 l’Udinese: decisivi De Roon e Pasalic

I bergamaschi bissano la vittoria di una settimana fa al San Paolo su Napoli e fanno un passo importante verso l’obiettivo qualificazione in Champions

Atalanta quarta forza del campionato, grazie al successo per 2-0 nel posticipo della trentaquattresima giornata a discapito di una bella ma sfortunata Udinese. I friulani, che non vincono in trasferta dallo scorso 23 settembre (2-0 in casa del retrocesso Chievo Verona) restano quartultimi con quattro punti di vantaggio sulla diretta rivale alla salvezza Empoli. Equilibrio in campo tra le due avversarie nel primo quarto d’ora, poi l’errore di Gollini, che per evitare un corner rimette in gioco Lasagna sul quale però recupera prima di creare un danno abbastanza serio.

Dall’altra parte (18’) sull’angolo battuto da Gomez, palla per Gosens, che effettua la conclusione che non si insacca solo per il riflesso con la mano destra di Musso, bravo ad evitare la rete. Al 26’ Sandro (ex Benevento e Genoa) impegna Gollini, mentre un minuto dopo altra super parata dell’estremo difensore dei friulani di Tudor, stavolta su De Roon. Al 36’ è invece Ilicic a sfiorare la rete del vantaggio. Una chance per parte prima dell’intervallo. Al 43’ Lasagna cerca di sorprendere Gollini con un pallonetto, che però termina fuori, mentre al 44’ Zapata imbecca Pasalic, il quale fa partire un sinistro potente che termina di poco sopra la traversa.

Nel secondo tempo fondamentale chiusura al 21’ di Stryger Larsen su Zapata ad un passo da spingere la sfera in rete. Cosa che accade all’Udinese, che colpisce il palo con uno splendido destro a giro scagliato da De Paul.

DE ROON E PASALIC. Pressa però l’Atalanta che schiaccia in area gli avversari e va vicinissima al gol di nuovo con Zapata al 31’, ma ancora una volta Stryger Larsen è decisivo sull’ex di turno. A 10’ dalla fine fallo di Sandro in area su Masiello, l’arbitro Giacomelli non ha dubbi e indica il dischetto, da dove De Roon  non sbaglia spiazzando Musso. L’Udinese accusa il colpo e al 41’subisce il raddoppio per la sfortunata deviazione di Nuytinck, sul sinistro vincente da parte di Pasalic.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "Bravo, ma senza "garra"!"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."

Mazzarri, i lettori di CalcioCasteddu vogliono finire la stagione con il tecnico

Ultimo commento: "In ogni caso,ce la siamo scappati lo scorso anno, per il rotto della cuffia. La Salernitana, grazie a Nicola, provvidenziale il cambio,Colantuono è..."

(SONDAGGIO) Keita, merita una chance dall’inizio a Udine?

Ultimo commento: "Sii,Keita e Pereiro...un po di panchina per Joao la papera"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"Bonimba", uno dei più forti attaccanti rossoblu

Roberto Boninsegna

Altro da News