Resta in contatto

Esclusive

ESCLUSIVA – Giampietro Piovani: “Contro il Frosinone gara insidiosa, ma il Cagliari è superiore”

Ai nostri microfoni l’attaccante rossoblù della stagione 88/89, ovvero quando una banda di terribili ragazzi organizzava la rinascita del Cagliari

E’ il 1988, decima giornata di campionato ed allo stadio Amsicora si gioca Cagliari-Frosinone.

Al decimo minuto del primo tempo Ivo Pulga insiste nella sua azione sulla sinistra, entra in area eludendo la guardia di due difensori cociari e crossa al centro.

Di rapina interviene il piccolo, ma guizzante attaccante Giampietro Piovani, che di punta anticipa il portiere portando in vantaggio i rossoblù. Folle la sua corsa verso la curva gremita da centinaia di tifosi.

Rimasto solo una stagione, ma sempre nei cuori dei tifosi, è proprio lui ospite i nostri microfoni per parlare, guarda caso, proprio di Cagliari-Frosinone.

Hai vissuto a Cagliari una sola stagione, ma che sicuramente non avrai dimenticato.

“Assolutamente impossibile dimenticare Cagliari. Quando arrivai sono stato accolto dai tifosi come uno di loro e facevo fatica persino a tenere il conto degli inviti a cena che ricevevo. Ogni domenica eravamo accompagnati da tanti tifosi. Ci sono rimasto poco, è vero, ma un pezzo di cuore è sempre li. Tanti tifosi ancora mi ricordano, mi scrivono un pensiero e tutto questo mi gratifica tantissimo”.

Come giudichi la stagione del Cagliari fin qui giocata?

“E’ una buona squadra ed è in linea con le aspettative. Rispetto alla passata stagione sta giocando con maggiore disinvoltura e tranquillità grazie alla maggiore conoscenza del gruppo. Ha avuto qualche flessione, ma, Juventus a parte, tutte le squadre lo hanno avuto”.

Domani arriva il Frosinone. Quali insidie nasconde questa gara?

“I cociari hanno un buon allenatore in Baroni, ma, considerata la classifica, non hanno molte possibilità di salvarsi, di conseguenza diversi elementi che il prossimo anno non vorranno scendere di categoria cercheranno tramite le buone prestazioni di mettersi in mostra agli occhi delle squadre della massima serie. Principalmene questa è l’insidia maggiore. stiamo comunque assistendo ad un campionato in cui nessuno vuole cedere un solo centimetro ed il Cagliari fa bene a mantenere alta la concentrazione”.

Come procede la tua come allenatore del Sassuolo Femminile?

“A livello di lavoro in campo non ho cambiato nula rispetto al lavoro svolto con le squadre maschili. Psicologicamente ci sono delle differenze e diverse esigenze e mi sono adeguato a ciò. Sono soddisfatto, le ragazze mi seguono e stanno crescendo parecchio anche sotto l’aspetto tecnico. In generale tutto il calcio femminile è in crescita”. 

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Se così fosse non cambierebbe nulla…. Visto che Mr. Giulini è allenatore ormai da 8 anni…"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "Bravo, ma senza "garra"!"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."

Mazzarri, i lettori di CalcioCasteddu vogliono finire la stagione con il tecnico

Ultimo commento: "In ogni caso,ce la siamo scappati lo scorso anno, per il rotto della cuffia. La Salernitana, grazie a Nicola, provvidenziale il cambio,Colantuono è..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Esclusive