Resta in contatto

Rubriche

Penna in trasferta – Crocifisso (Radio Sportiva): “Per Zaza occasione d’oro. Cagliari temibile nel gioco aereo”

Per la nostra consueta rubrica settimanale sull’avversario del Cagliari abbiamo intervistato la collega dell’emittente radiofonica che si occupa delle vicende granata

Che partita sarà tra Torino e Cagliari? Come verrà affrontata dai granata ed in quali condizioni psico-fisiche sono?

Lo abbiamo chiesto ad Ivana Crocifisso che segue la squadra di Mazzarri per l’emittente radiofonica nazionale Radio Sportiva:

Come arriva il Torino alla sfida contro il Cagliari?

“Dal punto di vista fisico la squadra ha avuto finalmente una settimana per rifiatare e lavorare dopo le tre partite giocate nel giro di sei giorni. Non aiuta, però, la rosa corta a disposizione di Mazzarri, specialmente in attacco, viste le assenze di Falque e Belotti. Psicologicamente è una squadra carica perchè è conscia di poer centrare l’obiettivo, l’Europa”.

Quanto peserà l’assenza di Belotti? Zaza sarà in grado di caricarsi il peso dell’intero attacco?

“L’assenza di Belotti peserà eccome, poichè non è solo un attaccante in grado di impensierire le difese avversarie, ma è un giocatore imprescindibile per la squadra per spirito di sacrificio e generosità. PEr Zaza è un’occasione d’oro, forse la più grande di tutta la stagione: quella di dimostrare di poter essere decisivo, libero da qualunque ‘problema’ tattico, dato che, complice apputo l’assenza di Belotti, guiderà l’attacco da solo”.

Come giudichi il Cagliari e cosa ne dovrà temere il Torino?

“E’ una squadra che in questa stagione ha spesso raccolto meno di quanto avrebbe meritato. In panchina ha un allenatore capace di valorizzare al massimo la rosa a disposizione. I numeri non mentono e dicono che il Cagliari è una squadra forte nel gioco aereo e di conseguenza sarà importante limitare il raggio d’azione di Pavoletti”.

Che partita sarà secondo te?

“Credo che sarà il Torino a fare la partita perchè ha assolutamente bisogno dei tre punti per continuare la sua rincorsa all’Europa League. Saranno le motivazioni a fare la differenza”. 

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Daniele Conti

Ultimo commento: "Incrocio"

Enzo Francescoli

Ultimo commento: "Più che d'adattamento al campionato italiano, si trattava di microfrattura al perone(se non ricordo male)che lo perseguitò per gran parte del..."
zola

Gianfranco Zola

Ultimo commento: "Cosa c’entra ONNIS con la Sardegna? Nascita: 24 marzo 1948 (età 71 anni), Giuliano di Roma, Italia Naturalizzato Argentino"

David Suazo

Ultimo commento: "Oltretutto diventò pure tecnico e ha fatto parecchi bei gol"

Enrico Albertosi

Ultimo commento: "È stato il primo portiere a non usare il completo nero, usava la maglia rossa o blu...mitico"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche