Resta in contatto

News

Maran: “La classifica del Chievo è bugiarda. Dovremo essere molto concentrati”

Consueto incontro con i media del tecnico rossoblù, poco prima della partenza per Verona. Le sue parole

Alla vigilia della gara del Bentegodi tra Chievo e Cagliari, il tecnico rossoblù ha incontrato i media per presentare i temi della gara.

Le sue dichiarazioni.

“Quella di domani per me non sarà una partita come le altre”,  ha detto Maran, “è un ambiente che mi ha dato tanto e al quale sarò sempre riconoscente. Non sbaglierò panchina..(ride, ndr). Per quanto riguarda il tema della gara, non credo che il Cagliari sarà responsabile delle sorti del Chievo. Noi dobbiamo portare a casa più punti possibile. Ho convocato tutti i ragazzi a disposizione, dopo la rifinitura deciderò chi schierare nell’undici titolare”.

I TRE AZZURRI. “Sono tornati con grande entusiasmo, il che ha coinvolto tutto il gruppo. Peccato per Pavoletti che è squalificato, ma contro la Juve potrà certamente rifarsi”.

LE ULTIME. “Pellegrini? Sta bene, sarà a disposizione. Gli unici non convocati sono Pavoletti, Castro e Klavan”.

GLI AVVERSARI. “Il Chievo non rispetta la classifica che ha, conosco bene le insidie che può darci questa gara. Noi dovremo mettere in campo il massimo della concentrazione possibile e, soprattutto, tanta intensità. Loro faranno di tutto per non farci giocare. Ripeto, la loro classifica è bugiarda. Chi toglierei a Di Carlo? La loro forza è il gruppo”.

CACCIATORE E SRNA. “Sono elementi con peculiarità complementari. Fisicamente sono diversi: Cacciatore è più fisico, mentre il croato è più agile”.

BIRSA. “Con me ha fatto spesso la punta. Ora sta meglio, non usa più il tutore. Ovviamente deve mettere minutaggio nelle gambe”.

BARELLA. “Per me è un piacere allenarlo. Sa di avere dei margini di miglioramento ed è conscio della necessità di lavorarci sopra”. 

CARLI. “Faccio i miei complimenti al presidente Giulini per il rinnovo del contratto al direttore sportivo. Ci ho lavorato insieme e ne ho apprezzato le qualità”.

LA SQUADRA. “Ho visto allenarsi i miei ragazzi a grandi ritmi, ora voglio che tutto ciò venga buttato in campo. Una vittoria domani darebbe un valore assoluto a ciò che abbiamo fatto in casa. La quota salvezza? Ora è prematuro parlarne. Noi dobbiamo correre ogni domenica per salvarci il prima possibile”.

 

 

 

13 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
13 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News