Resta in contatto

News

La Natzionale Sarda esordisce con una goleada: Istràngios de Sardigna battuta 7-1

Al Frogheri di Nuoro reti di Bianchi, Molino e Virdis autore di una tripletta. A segno  anche Spano e Toni. Per gli avversari gol della bandiera di Glorioso

Esordio con vittoria per la Natzionale Sarda, che si impone 7-1 su una rappresentativa di giocatori stranieri che giocano nelle varie squadre isolane, denominata Istràngios de Sardigna.  Per la prima assoluta al Frogheri di Nuoro, davanti ad una bella cornice di pubblico in una serata fredda, il CT Mereu schiera tra i pali Ruzittu, difesa a quattro con Russu a destra e Sirigu a sinistra, Varrucciu e Cabeccia centrali, PaniBianchi e Masala a centrocampo, tridente composto da MolinoPalmas e Virdis. Undici in maglia bianca bianco con inserti in verde. Prima della contesa un minuto di silenzio per ricordare la memoria di Daniele Atzori, lo sfortunato tifoso del Cagliari, deceduto venerdì scorso a causa di un infarto nei minuti finali della gara vinta dai rossoblù 2-1.

DUE GOL IN UN QUARTO D’ORA. Appena 1’16” di gara, e la Natzionale Sarda segna il suo primo storico gol grazie ad un gran gol in girata da parte di Bianchi, che non lascia scampo a Semertziadis, con sfera che si infila all’incrocio dei pali. Al 4’ Virdis sfiora il raddoppio. Va ricordato che Mereu sta lavorando in   previsione agli Europei Conifa in programma in estate a Artsakh on Armenia. Al 12’ Ruzittu è fortunato sul tentativo di Grigoriadis nella prima azione della compagine stasera in maglia giallonera, mentre al 15’ con un bel destro, è Masala che sfiora il 2-0.

Raddoppio, che al 28’ sigla Molino grazie ad una perfetta battuta su punizione che non lascia scampo al portiere avversario. Al 40’ lo stesso attaccante della Sanremese(stagione 2016/2017 con Cossu all’Olbia) va ad un passo dalla terza rete. Squadre all’intervallo dopo 1’ di recupero.  Tre i cambi effettuati da Bernardo Mereu al rientro in campo: Lai rileva Ruzittu in porta, Usai al centro della difesa prende il posto di Varrucciu, mentre in mezzo al campo Mereu, omonimo del CT della Natzionale Sarda entra al posto di Pani. Al minuto 11’ applausi dal pubblico sugli spalti per Molino, sostituito da Spano. Un minuto dopo il suo ingresso il numero 20 effettua una splendida giocata, che mette fuori causa il portiere degli Istràngios de Sardigna, e per Virdis è un gioco da ragazzi mettere in pallone in rete. Al 16’ in campo anche Porcheddu che prende il posto di Bianchi autore della rete del vantaggio.

PARTITA A SENSO UNICO. Con il netto divario in campo, tutto a favore della neonata Natzionale Sarda, la ripresa scivola via, anche perché di fatto i giocatori obiettivamente qualitativamente più forti, sono già usciti dalla contesa, anche se le occasioni per arrotondare il punteggio i giocatori in maglia bianca con inserti verdi, non mancano di certo. Spazio anche per Fini al 22’ figlio d’arte al posto di Cabeccia. Poco dopo accorcia le distanze la formazione in maglia giallo nera con Glorioso al 24’, ma Spano ristabilisce le distanze con la rete del 4-1 al 26’. Quattro minuti dopo Virdis, che gioca nel Savona, realizza con facilità il 5-1, marcando la su prima doppietta con questa maglia, che diventa tripletta al 33’ per il 6-1. C’è infine ancora spazio per un gol, quello del 7-1 realizzato da Toni.

 

13 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
13 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News