Resta in contatto

News

Il derby è dell’Inter: Milan battuto in casa 3-2

Gara emozionante portata a casa dalla squadra di Spalletti, espulso nel finale, ai danni di quella a tratti troppo nervosa di Gattuso superata in classifica

Doppietta Inter nel derby. Dopo il successo ottenuto all’andata in casa arriva anche quello tra virgolette in trasferta, per 3-2. Il Milan spreca una ghiotta occasione di allungare in classifica ed è superato dai cugini.

VECINO. Reduce dalla brutta eliminazione dalla Europa League, giovedì sera contro i tedeschi dellEintracht Francoforte, la squadra di Spalletti parte forte e con rabbia dentro la contesa, andando in rete dopo appena 3’ con l’ex Cagliari e Fiorentina che, sulla sponda di Martinez, realizza in modo facile. La reazione dell’undici di Gattuso è nel possesso palla, ma al 17’ rischia lo 0-2 che non arriva solo per il grande anticipo di Calabria su Perisic, a pochi passi dalla linea di porta. Successivamente Vecino ci tenta di testa, ma conclusione respinta. Al 20’ primo sussulto rossonero con la girata di testa da parte di Paquetà, che anticipa D’Ambrosio, palla però fuori davvero a pochi centimetri dal palo della porta difesa da Handanovic. Dieci minuti dopo è ancora l’Inter a non siglare, ancora con Vecino  che manda fuori il suo tentativo col destro. Infine ( 42’) Skriniar salta tutto solo in area, colpisce con la testa, ma manda il pallone fuori per centimetri.

MARTINEZ. L’Inter raddoppia al 6’ della ripresa con De Vrij, che in torsione supera Donnarumma sugli sviluppi di un angolo battuto da Politano. Il Milan protesta per un presunto tocco di mano da parte di un giocatore nerazzurro, ma per l’arbitro Guida è tutto regolare. I rossoneri dimezzano il punteggio con la prima rete in rossonero di Bakayoko, il quale al 12’ aggancia il perfetto suggerimento di Calhanoglu e di testa insacca. Gara aperta, con i nerazzurri che vogliono il 3-1 (e quasi lo ottengono se non fosse per la gran parata di Donnarumma al 17’ su  Skriniar) e i padroni di casa alla ricerca del 2-2.

Al 24’ Guida decreta un rigore all’Inter per fallo di Castillejo su Politano. Decisione confermata dal Var. dal dischetto  Martinez batte il portiere del Milan, che quasi aveva intercettato la sfera. Al 26’ Musacchio riapre la sfida di San Siro raccogliendo la respinta corta di Handanovic e battendolo con il destro. Al 43’ Guida valuta pericoloso l’intervento di Conti ai danni di un avversario e lo espelle. Ma Calvarese lo invita  a rivedere le immagini e cambia la decisione ammonendo l’ex Atalanta. A lasciare il campo per proteste è invece Spalletti. Sei i minuti di recupero, nel 5’ dei quali DAmbrosio salva il 3-3 su Cutrone. Non c’è più tempo. Vince l’Inter.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News