Resta in contatto

News

Viareggio Cup, Leichhardt battuto 2-0: Cagliari subito in testa al girone da solo

Ad Altopascio vittoria limpida per i ragazzi di Canzi contro i modesti oceanici. Di Dore e Ladinetti le reti del successo entrambe siglate nel primo tempo

CAGLIARI: Cabras, Cadili, Albini, Carboni (1’ Pici), Ladinetti (1’ st Kanyamuna), Peressutti, Lella (1’ st Lombardi), Dore, Gagliano (17’ st Verde), Marigosu (30’ st Doratiotto), Cannas (17’ st Contini). A disp: Daga, Kouadio, Porru, Boccia. All.: Canzi

A.P.I.A. LEICHHARDT: Wan Walsum, Florese, Dollin, Nichols, Mellino, Azzone (27’ st Da Silva), Prisuda, Citarella, Ritchie (42’ st Jirjnazi), Graorovski, Sparacino. A disp.: Hadley, Romeo, Sotevski, Nicholas, Lountzis, Dabic, fedele, Amico, Fotopoluos. All.: Peacock

ARBITRO: Andreano di Prato

RETI: 11’ pt Dore, 31’ pt Ladinetti (rig.)

AMMONITI: Prisuda

Obiettivo centrato alla grande. Il Cagliari batte allo stadio di Altopascio (Lucca) gli oceanici dell’Apia Leichhardt e, complice  il pareggio per 1-1 dell’Inter contro i portoghesi del Braga nell’altro match giocato nel pomeriggio, balza in vetta al Gruppo A, in attesa di affrontare dopodomani (ore 19.30) i nerazzurri di mister Madonna.

Schierati da Canzi con il classico 4-3-1-2 i rossoblù, che  puntano a migliorare il risultato della scorsa stagione (eliminazione agli ottavi per 1-0 ad opera del Sassuolo) pressano fin dall’avvio della contesa e ci provano senza fortuna (8’) con una punizione calciata da Ladinetti. Al minuto 11 è Dore a sbloccare il punteggio, grazie ad una perfetta battuta col sinistro, che fulmina il portiere avversario Wan Walsum. Al 20’, sull’errore di Cabras, Gravrovski si trova tra i piedi la palla del pareggio, ma fortunatamente sciupa l’opportunità, anche per la decisiva deviazione in angolo da parte di Cadili.

DUE GOL IN 31’. Nonostante il vantaggio l’allenatore rossoblù striglia i suoi in campo, colpevoli della poca precisione nell’impostazione delle azioni. Canzi vuole infatti maggiore concentrazione e il raddoppio per essere più tranquillo nella prosecuzione della partita. Al 31’ viene accontentato da Ladinetti, che insacca un rigore, concesso per un’ingenuità di Dollin. Tre minuti dopo Marigosu ha la chance del terzo gol, ma la conclusione dalla distanza esce di poco sopra la traversa. Gara a senso unico, disturbata dal vento, tutta  a favore del Cagliari, che va al riposo dopo i 3’ di recupero concessi dall’arbitro Andreano di Prato.

Nel secondo tempo Canzi ripresenta in campo tre novità: fuori Carboni, Ladinetti e Lella, dentro Pici, Kanyamuna e Lombardi. Doppia opportunità per il 3-0 non sfruttata dai rossoblù al 6’: punizione battuta da Lombardi, palla deviata in corner da Florese. Sugli sviluppi altra deviazione in angolo dello stesso difensore, stavolta su tiro fatto partire da Gagliano. Tre minuti dopo   splendido assist di Dore per Cannas, Van Walsum esce alla disperata lo anticipa e ancora una volta salva il terzo gol. Al 19’ improvvisa fiammata del Leichhardt con Sparacino, che si presenta pericolosamente in area, Pici salva il pericolo.

Albini (23’) prova l’effetto sorpresa calciando la sfera dalla distanza, ma il portiere avversario risponde presente. Curioso il fatto che, dopo 25’ della ripresa, Canzi ha già effettuato cinque cambi, mentre dall’altra parte il suo collega Peacock continua a fare giocare l’undici che ha iniziato la partita. Da segnalare al 28’ l’inutile tentativo di Dore, fermato in fuorigioco. Quattro minuti dopo essere entrato in campo al posto di Marigosu, Doratiotto manda il pallone di poco sul fondo, al termine di una bella giocata tra destro e sinistro.

A 5’ dalla fine Cabras manda in angolo il pallone, sollevando sopra la traversa la battuta da fuori area da parte di i Da Silva, autore di una delle rare incursioni degli oceanici.  Il match si chiude dopo 5’ di recupero concessi dal direttore di gara.

 

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News