Resta in contatto

News

Spettacolare 3-3 al Castellani nell’anticipo tra Empoli e Parma

Un punto che serve certamente più agli emiliani di D’Aversa che ai toscani di Iachini che restano ancora impelagati nella zona retrocessione

Sei gol tra le due squadre per un 3-3 finale che forse penalizza più Farias, ancora nella zona a rischio della graduatoria  e compagni che gli ospiti, che si mettono al riparo da situazioni difficili in classifica.

BOTTA E RISPOSTA IN 5’. Emozioni al Castellani. Al 10’ infatti, dall’errore di  Iacoponi, Acquah recupera il pallone e lo offre a Farias, che manca il bersaglio da posizione defilata anche per la risposta di Sepe, bravo a non farsi sorprendere sul proprio palo e respingere. Dall’altra parte (13’) non fallisce la chance Gervinho, che deposita senza alcun problema la sfera in rete, giunta dalla punizione calciata da Siligardi. Cinque minuti dopo il pareggio dell’Empoli. A siglarlo è Dell’Orco sugli sviluppi di un angolo, ma gran merito va dato a Farias, il quale sulla respinta di Iacoponi raccoglie il pallone e la offre al compagno appostato sul secondo palo, che non lascia scampo al portiere avversario. La gara è equilibrata fino al 1’ di recupero, quando il centrocampista  realizza il 2-1 con un preciso colpo di testa,  sul perfetto assist di Bruno Alves, dopo la punizione concessa per una trattenuta di Acquah su Siligardi.

BRUNO ALVES E SILVESTRE. In apertura di ripresa la compagine di Iachini si getta in attacco alla ricerca del pareggio, che ottiene al 14’ su rigore siglato da Caputo, nonostante Sepe avesse intuito la direzione del tiro, concesso per un’ingenuità sullo stesso attaccante da parte di Gagliolo. Gara aperta con i toscani vicini al 3-2 con Krunic al 25’ e al 27’, ma che subisco la terza rete dei ducali, siglata dall’ex difensore del Cagliari Bruno Alves, al 37’. Rete prima annullata e poi concessa da Di Bello su segnalazione dei colleghi al Var. Nel finale (46’) arriva il pareggio dell’Empoli con Silvestre che sigla sulla ribattuta di Sepe su Krunic.  Un minuto dopo miracolo di Dragoswski, che nega il quarto gol al Parma, in particolare alla sforbiciata di Kucka.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News