Resta in contatto

News

Il Milan passa 3-1 nell’anticipo in casa dell’Atalanta con un super Piatek

Gara intensa tra bergamaschi e rossoneri in uno scontro diretto per un posto in Champions League. Altra serata da ricordare per l’attaccante polacco

Il Milan vince in casa dell’Atalanta e manda un chiaro segnale alle avversarie dirette per il quarto posto, l’ultimo che regala la qualificazione alla prossima Champions League. Gara equilibrata, specie nel primo tempo, chiusosi 1-1 allo stadio Atleti Azzurri d’Italia, dove certamente l’intensità è stata importante. Ospiti ad un passo dal vantaggio al 13’ con Kessie’, il quale solo in area, ci prova di testa ma manda il pallone di un soffio a lato. A passare in vantaggio è però la squadra di Gasperini al 33’: Ilicic supera Rodriguez e serve Freuler nei pressi del dischetto del rigore, questi calcia con il destro di prima intenzione, Donnarumma non è certo perfetto e tocca il pallone che colpisce il palo e termina in rete.

BOTTA E RISPOSTA. La reazione dei rossoneri non arriva subito e al 43’ l’Atalanta sfiora il raddoppio con la bella palla in verticale di De Roon per Gomez, che perso dalla difesa rossonera, manca un controllo facile e spreca un’ottima opportunità.  Gol fallito, gol subito. Infatti prima dell’intervallo (nel primo e unico minuto di recupero)  pareggia Piatek in girata col sinistro sul secondo palo, dove Berisha non può nulla.

CALHANOGLU E PIATEK. Ottenuto il pareggio prima del riposo il Milan si galvanizza e completa la rimonta al 10’ dopo aver fatto sfogare con due opportunità senza successo, da parte dei bergamaschi. Sulla respinta di Hateboer, il turco realizza l’atteso primo gol della stagione dopo uno stop e susseguente destro da fuori area che si infila all’angolino. Rossoneri in fiducia e ad un passo dal 3-1 al 12’ ancora col polacco servito da Paquetà.

Terzo gol però solo rimandato fino al 16’ e nato dal corner di Calhanoglu per  Piatek, il quale è più lesto di Zapata e anticipa Berisha, segnando senza problemi. Sotto di due reti l’Atalanta cerca di restare in partita ma Ilicic in due occasioni (24’ e 25’) quindi Zapata al 29’ Castagne alla mezz’ora e Kulusevski,  al 36’ non sono precisi. E la squadra di Gasperini cade in casa 3-1 e rallenta la rincorsa alla zona Champions.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "Granese quando c'era Carli scassavi con occhioditriglia descrivendolo come il miglior Ds d'Europa. La verità è che le decisioni nel bene o nel male..."

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "Giulini fai una grande cortesia a noi tifosi e tutti i sardi,vai via! Vendiiiii.la cosa è stata evidentissima che hai voluto portare il Cagliari in..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News